Tag Archives: facebook

Facebook: modalità risparmio energia

Pubblicato da

Nonostante l’aumento della capacità delle batterie, il consumo delle app installate rende breve la vita dello smartphone lontano da una caricatore.
Una delle app più voraci sotto il punto di vista del consumo della carica ma anche del consumo della connessione dati è Facebook.
Per impostare la nostra app Android di Facebook in modalità risparmio dobbiamo fare in questo modo.

Leggi tutto

Facebook: il debugging dei contenuti che si vogliono condividere

Pubblicato da

facebook_logo

Facebook è un mezzo di condivisione potentissimo ed universalmente utilizzato.
Molti contenuti che sono postati sul social di Zuckerberg sono oggetto di moltissime condivisioni e possono portare molto traffico al sito.
Perchè un contenuto venga condiviso, ri-condiviso e cliccato, però, è importante che

  • l’argomento sia interessante
  • l’immagine di accompagnamento catturi l’attenzione
  • il contenuto estratto come descrizione sia coerente

I pulsanti di sharing presenti sui siti (inseriti a manina o generati dagli svariati plugin) rendono molto semplice condividere e richiamare il robot di Facebook perchè estragga il link, un’immagine e un estratto del contenuto.
Per controllare come agisce questo robot abbiamo a disposizione un semplice tool che ci permette di avere una comoda anteprima e qualche suggerimento su come migliorare la condivisione.
Il tool si chiama Debugger e l’utilizzo è semplicissimo. Basta andare all’indirizzo del link qui sotto e inserire l’url della pagina da controllare.

In aggiunta al tool, segnalo questo ottimo, seppur datato, post apparso sulla community italiana di WordPress riguardo il problema delle condivisioni su Facebook

Link: Debugger

Facebook: il report del tuo profilo con Wolfram Alpha

Pubblicato da

Il sofisticato e sorprendente motore computazionale Wolfram Alpha permette di analizzare in profondità la propria attività social su Facebook.
Usarlo è molto semplice. Basta andare sulla home page del motore e inserire la chiave di ricerca “my facebook” (o dire in inglese di analizzare il profilo). Si viene rimandati sul social network dove l’applicazione di Wolfram Alpha chiede le autorizzazioni ad accedere al profilo, ai post, alle foto e alla lista di amici. Ovviamente bisogna concedere le autorizzazioni altrimenti l’analisi non è possibile.
Dopo essere  stati redirezionati sul motore, si crea un account su WA per usufruire in futuro di funzionalità riservate ai registrati.
Aspettando qualche minuto (dipende anche dal livello delle attività social..) si ottiene un report completo che ci permette di capire chi è la persona che commenta di più i nostri post, qual è quella con cui abbiamo più amici in comune, una suddivisione demografica dei nostri amici e tantissime altre info e diagrammi (l’immagine di apertura è una rappresentazione grafica del mio universo relazionale su FB) che ci daranno un quadro chiaro di tutto quello che abbiamo fatto e condiviso su Facebook.
Al momento non è possibile esportare il report.

Link: Wolfram Alpha

Facebook: la ricerca dei consanguinei

Pubblicato da

Facebook ha da poco festeggiato il miliardo di iscritti.
Vuoi vedere che in questo settimo di popolazione mondiale non troviamo il cugino figlio dello zio emigrato all’estero?.
Se vogliamo cercare tra le persone con il nostro stesso cognome possiamo usare un trucco semplice semplice senza scomodare la casellina di ricerca.
Basta digitare nella barra degli indirizzo del proprio browser http://www.facebook.com/family/ più il cognome che vogliamo cercare.
Oppure nella home di questo servizio ci sono i milioni di cognomi presenti su Facebook divisi in ordine alfabetico.
Clicca il link qui sotto e buona fortuna.

Link: Cerca persone che hanno il tuo stesso cognome su Facebook

Riconoscimento facciale di Facebook e privacy

Pubblicato da

Facebook ha recentemente acquistato Face.com società specializzata nello sviluppo di un software che riconosce i visi delle persone all’interno delle foto e li associa a degli account.
L’obiettivo è palese, creare un sistema automatizzato che riconosca e tagghi le persone all’interno delle milioni di foto pubblicate ogni giorno su Facebook.
Ma se non ci andasse di essere taggati? Il tag equivale ad una notifica ad un pubblico più o meno vasto tra amici e conoscenti.

Quando si apre un account su Facebook le impostazioni sulla privacy di base sono molto permissive, quindi, se non vogliamo che siano inviate notifiche riguardo la nostra presenza in foto, dobbiamo espressamente dirlo.

  • Andiamo nelle impostazioni sulla privacy
  • Nella sezione “Diario e aggiunta di tag” clicchiamo su “Modifica impostazioni”
  • Nella sezione “Chi può vedere i suggerimenti dei tag quando vengono caricate foto che ti somigliano?” scegliamo “Nessuno”

In questo modo, nel momento in cui Facebook integrerà la tecnologia di Face.com, non saremo taggati.

[via ReadWriteWeb]

Virtualization Manager Compact: licenza gratuita, ma solo fino al 20 aprile

Pubblicato da

Paragon ha in listino due software dedicati alla gestione delle virtualizzazioni: VM Professional e VM compact (qui le differenze di caratteristiche).
Per la versione meno “accessoriata” è possibile accedere ad una promozione, valida fino al 20 aprile, per ottenere una licenza gratuita.
Basta andare sulla pagina Facebook di Paragon, cliccare su “mi piace”, scaricare il programma, registrarsi e ottenere la chiave seriale.
Da provare.

Link: Paragon Facebook Page

Fare collage con le foto di Facebook

Pubblicato da

Loupe è un divertente servizio online che permette di creare degli artistici collage con le foto dell’account Facebook, Instagram, Twitter, Tumblr o prese in giro per il web.
L’utilizzo è semplicissimo si sceglie il servizio che si vuole utilizzare e poi la forma da applicare.
L’immagine così formata la si può condividere sui social o salvare sul proprio computer.
Ad esempio ho composto la forma di una mela con le foto trovate sul web circa il giocatore Lavezzi (uno a caso).

Link: Loupe

Seguire tutte la conversazioni social in unico luogo

Pubblicato da

Essere su molti social network favorisce la propria presenza sul web ma non certo una conversazione lineare con chi ci segue / è amico / è collega ecc. ecc.
Il pericolo di perdersi conversazioni è più che concreto.
Avere un’interfaccia pulita e ordinata, in stile Gmail, e condurre conversazioni attraverso un unico pannello di controllo potrebbe essere la soluzione.
O almeno così hanno pensato quelli di FanMix.
Per usarlo basta creare un account e collegare i profili social attraverso una semplice procedura di autorizzazione. Al momento è possibile collegare Facebook (profilo personale ma anche le pagine fan), Twitter e LinkedIN.
Dopo questa operazione, si viene portati in un pannello che si popolerà con le conversazioni. Ovviamente il tutto può richiedere anche molto se le nostre attività social sono state particolarmente intense.
Al termine avremo tutte le conversazioni ordinate temporalmente con delle icone che indicano su quale social sono state condotte.


La disposizione è ancora quella tipica di Gmail con le non lette stipate nella casella “InBox” e le altre divise tra “Priority InBox”, “Important”, “Starred”, “Sent Messages”, “Archive” e “Contacts”.
Quest’ultima cartella è interessante perchè contiene tutti i contatti con cui abbiamo avuto una conversazione ma, nel caso si tratti di un contatto Twitter, mostra anche i suoi follower e il punteggio Klout

Pro: interfaccia molto simile a Gmail ma funzionale e ordinata; buona idea; ideale per continuare le conversazioni cominciate sui social
Contro: tempo di caricamento delle conversazioni; ipossibilità di creare filtri e cartelle personalizzate; perdita del coinvolgimento social

Link: FanMix

Chill: il Pinterest con i video

Pubblicato da

Pinterest è uno dei social network del momento. Sta avendo un successo incredibile pensando che ancora si tratta di un’applicazione a inviti.
Nella percezione di molti è un luogo virtuale d’elite in cui si condividono immagini ma in maniera più sofisticata, originale e “intima” (rispetto a Facebook o a Flickr).
Sulla scia di questo successo è nato Chill che altro non è che un Pinterest ma fatto con i video.
Chill è già aperto a tutti. Infatti basta avere un account Facebook per poter accedere.
Avrà successo come Pinterest? O sarà fagocitato da un servizio tipo i canali di YouTube? Vedremo

PS: anche Pinterest permette di “pinnare” video ma è una sezione un po’ separata dal resto. Chill invece è dedicato solo a questo

Link: Chill