Diffamazione e social media: cose che devi gestire ora

 

Il rischio che materiale diffamatorio e false affermazioni raggiungano un pubblico di massa è aumentato esponenzialmente negli ultimi anni con l’emergere di social network, siti di condivisione di contenuti e commenti online. I siti sono progettati per promuovere e incoraggiare lo scambio di conoscenze senza alcuna revisione o controllo delle prove.
Nell’ambiente dei social media di oggi, pubblicare false informazioni su una persona o un’azienda è diventato più semplice e più soddisfacente che mai per i blogger o gli utenti di Internet. Per questioni pornografiche o legali riguardanti altri elementi inaccettabili.
Sebbene i contenuti online a volte siano moderati, la maggior parte dei contenuti non è regolamentata per elementi diffamatori. Pertanto, è fondamentale che gli utenti, i condivisori e le potenziali vittime comprendano meglio l’ambiente legale in materia di diffamazione e diffamazione online.
Uno degli strumenti che puoi utilizzare per monitorare l’uso illegale di documenti e immagini è la ricerca inversa delle immagini.

Ricerca immagini inversa

È lo strumento basato sul Web più rapido e preciso per eseguire una ricerca di immagini inversa per trovare immagini duplicate online in base alle tue necessità se desideri cercare un’immagine simile online.
È lo strumento migliore per trovare foto per immagini del profilo e foto di qualità per il tuo blog, simili all’immagine che fornisci. Fornisce informazioni complete su quell’immagine dalla sua posizione al proprietario.
Quando il ricercatore pubblica un’immagine, Ricerca Per Immagini esegue lo streaming attraverso i primi 3 motori di ricerca, ovvero Google, Bing e Yandex, per fornire i migliori risultati all’utente con immagini di contenuto degno in modo da non doverle visitare individualmente .
puoi utilizzare la ricerca inversa di immagini iPhone e la ricerca inversa di immagini versioni Android sul tuo telefono per monitorare le tue attività di ricerca di immagini inverse.

Ecco cinque cose sulla diffamazione sui social media che dovresti sapere:

  1. In termini generali, la diffamazione si verifica quando un individuo diffonde consapevolmente informazioni su un altro individuo, gruppo di individui o piccole imprese che danneggiano la loro reputazione o possono indurre gli altri a pensarli meno.
  2. Indipendentemente dal mezzo, la diffamazione è perseguibile. Ad esempio, sulla stampa, tramite immagini, foto al contrario e su Internet, una persona può essere diffamata.
  3. I casi di diffamazione riguardanti Internet, i social media e le ricerche inverse di immagini sono relativamente recenti, ma applicano gli stessi concetti.
  4. Un individuo che non ha creato, ma solo condivide, il materiale diffamatorio (ad esempio, “ritwittando” un tweet) può essere ritenuto colpevole di diffamazione.
  5. Nella diffamazione, ci sono molte difese, incluso il fatto che l’argomento era valido o che era un’espressione di un’opinione onesta. 
  6. Di conseguenza, se diffondi informazioni che costituiscono una dichiarazione di verità offensiva e falsa su un’altra persona, potresti essere ritenuto responsabile per diffamazione.

Questa condizione può essere facilmente fermata con solo un piccolo sforzo e cura extra. Di seguito sono riportati alcuni aspetti rilevanti da considerare e comportamenti che possono essere adottati sui social media e la ricerca per immagini per evitare responsabilità.

Pensa attentamente a ciò che stai scrivendo.

Prenditi un secondo per leggerlo di nuovo prima di postare o twittare. Quindi, pensa a come potrebbe essere influenzata la credibilità di qualcuno. Potrebbe essere utile chiedersi: “Come potrebbe essere interpretato da un individuo ragionevole?” Se il messaggio si rivolge specificamente alla reputazione di un individuo o di un gruppo specifico, sarebbe prudente modificarlo.

Sii accurato.

Ove possibile, è importante evitare ambiguità. Per un lettore arrabbiato, l’ultima cosa che vuoi è accusarti di dire qualcosa che non hai mai inteso in primo luogo. Supponi di pubblicare la seguente dichiarazione, ad esempio:” The Big Bacon Burger at Bob’s Tavern = pronto soccorso”.
Non va bene!! Sebbene possa sembrare innocuo, è possibile implicare molti significati qui.
L’affermazione potrebbe essere un’iperbole, intesa ad evidenziare quanto sia saziante e delizioso il Big Bacon Burger, ma potrebbe anche significare che il “Big Bacon Burger” induce letteralmente un’intossicazione alimentare e potrebbe portare ad una corsa in ospedale. Il post potrebbe essere considerato diffamatorio se letto in questo modo.
Per evitare incertezze, fai in modo che ogni personaggio conti.

Quando sei arrabbiato o emotivo, non pubblicare qualcosa.

Molti di noi, soprattutto nella foga del momento, dicono e fanno cose che non intendiamo. Aspetta finché non ti sei raffreddato e hai pensato chiaramente prima di premere “invia”, se ti senti eccitato. Qualche minuto in più potrebbe fare molto per evitare ritorsioni da parte dei lettori arrabbiati.

Se sembra una realtà … assicurati prima di postare che sia effettivamente reale.

Un’affermazione veritiera che si rivela falsa è al centro di un forte argomento di diffamazione. Con questo in mente, non è sufficiente presumere che ciò che senti sia valido. I dati dovrebbero inoltre provenire da una fonte credibile.

Alla fine i

social media sono diventati una miniera di responsabilità. Se tu o qualcuno che ami è stato vittima di diffamazione o è stato accusato di diffamare qualcuno, per comprendere meglio la tua situazione, potresti voler monitorare le attività illegali tramite la ricerca di immagini inversa o consultare uno specialista.
Per ulteriori informazioni su cosa puoi fare in caso di diffamazione e reclami per diffamazione, contatta un avvocato locale per diffamazione.

Latest posts by Sergio Gandrus (see all)