Creatore di contenuti per blog. Un nuovo lavoro?

feed-icon-64×64.gif

La richiesta d’informazione non sembra calare. Quando l’offerta sembra saturare ogni possibile ambito dello scibile, ecco che arriva un nuovo servizio o una nuova nicchia o un nuovo modo di dare contenuti che ha successo.
I circuiti (network) di blog vanno per la maggiore. Blogo.it, Blogosfere e, recentemente, oneBlog (HTML.it) proprio grazie alla grande varietà di offerta e quindi alla copertura di gran parte degli interessi dei navigatori italiani, sono in testa a tutte le classifiche di popolarità.
Fuori Italia la musica non cambia. Il caso Weblogs Inc. è un successo planetario anche se in questo caso il sistema è diverso. Weblogs non è una testata, offre la piattaforma, le gestione tecnica e si occupa della vendita degli spazi pubblicitari, l’appassionato (o il team di appassionati) fornisce i contenuti.

Il creatore di contenuti (content manager) quindi è una figura che si sta trasformando. Da semplice appassionato che gratuitamente condivide le proprie esperienze nel campo di pertinenza, ad articolista pagato (in base agli introiti pubblicitari).
Non è raro che il blogger non sia più legato ad un solo sito ma che possa offrire la sua collaborazione a più ‘testate’.
La qualità dei contenuti ha poi un giudice serio e affidabile: i navigatori.

Cosa ci sarebbe di meglio che fare della propria passione un lavoro? (dove l’ho già sentita questa frase…)

Sergio Gandrus

Da marzo 2018 lavoro come Technical Manager presso PayClick
Programmo in ambiente LAMP e Angular 6.
Realizzo app mobile con Ionic Framework.
Sono papà e marito. Nel (poco) tempo libero mi piace leggere, il buon vino e viaggiare.

Ah, questo blog ha cambiato uso