Tag Archives: Mobile

Framework per lo sviluppo mobile: PhoneJS

Pubblicato da

E’ molto tempo che non scrivo un post. La ragione è semplice: troppo lavoro.
Non che mi lamenti, sia chiaro. In questo periodo storico il vero problema è NON avere lavoro.
Tuttavia quando si è impegnati su più fronti lavorativi, si acquisiscono nuovi clienti e si imbastiscono nuovi progetti, anche trovare il tempo per scrivere un semplice post diventa un’impresa ardua. Leggi tutto

Cellulari: le mie impressioni su Sony Xperia P

Pubblicato da

xperia-p-silver-486x489

Dopo un decennio di fedeltà cieca (è proprio il caso di dirlo) a mamma Nokia e a Symbian ho deciso di cambiare.
La mia esperienza con un E7, l’ultimo smartphone Nokia che ho comprato,  non è stata buona.
La qualità dei materiali e, tutto sommato, quella del hardware a disposizione (era comunque un telefono uscito nel 2010) non erano malvagi.
Il problema era Symbian.
S’impuntava, mi ha perso dati dalla rubrica e le applicazioni erano macchinose e limitate.
Anche la parte telefonica non raggiungeva i soliti livelli di eccellenza cui ero abituato con Nokia.
Troppo anche per un fan come me.
Windows Phone non mi convinceva e non mi convince e quindi: addio Nokia.

Non volendo prendere il solito smartphone Samsung (dopo esserci/vi tutti fissati con Apple ci/vi siamo fissati col produttore coreano?) ho fatto una lunga serie di prove grazie anche ad un conoscente in un Vodafone Center.
Ho provato qualche LG (L7 e L9), un HTC One S e il tremendo BlackBerry  9790. Tutti per un motivo o un altro non mi hanno convinto.
Poi ho visto il Sony Xperia P: smartphone dual core su base Android 4.0.4. Ed è diventato il mio telefono.
Non ho nessuna intenzione di scrivere una prova ma solo delle impressioni.
Una prova completa ed esauriente la trovate su Telefonino.net

L’Xperia P è grande il giusto: 4 pollici che continuano a star bene dentro la tasca dei jeans ma che sono grandi abbastanza per leggere email, la rubrica, navigare su internet e gestire l’account Facebook.
Inoltre lo trovo con un design curato ed elegante. Si distingue dalla massa di “soliti” smartphone (al limite si può imputare a Sony che c’è poca caratterizzazione tra un Xperia e un altro).
La qualità dei materiali è eccezionale. Non tratto bene i telefoni. Dopo due mesi di uso intenso, sia lo schermo che il telaio non hanno il ben che minimo graffio.
Lo schermo è il più luminoso che mi sia mai capitato di vedere. Lo uso come torcia quando devo camminare al buio.
La sensibilità al tocco è nella media e il sistema operativo ha accusato qualche (raro) impuntamento ma in genere funziona tutto con ottima fluidità.
Quello che mi piace di questo Sony è che ci sono una serie di applicazioni che altri avrebbero sbandierato ai quattro venti.
La tastiera, ad esempio, può essere usata con il solito software predittivo ma anche in modalità “tipo Swipe” ossia trascinando il dito nei punti della tastiera dove ci sono lettere che ci servono…. e funziona!!
Sul tablet l’avevo usato tramite un’app ma l’avevo disinstallato quasi subito.
Per non parlare dell’applicazione Walkman, comodissima e intuitiva, per l’ascolto della musica.
Ma ce ne sono decine e non è questo lo scopo del post. Sappiate solo che ogni tanto si scopre qualche chicca.
Come telefono, poi, mi ha sorpreso la qualità della conversazione e la buona ricezione.
In più costa il giusto e non penso che diventerà obsoleto in poco tempo.

Tutto perfetto? Che non sia mai detto.
L’unica pecca, a dire il vero abbastanza seccante, è la batteria.
Con un uso intenso non arrivo a mezza giornata! Con un uso normale si arriva tranquillamente a fine giornata.
Contando che il telefono si può caricare anche attraverso USB il problema si attenua parecchio.
Mentre lavoro lo ricarico o vicino al pc o dalla rete.

Tranne per questo neo, in conclusione, mi ritrovo ad essere di nuovo soddisfatto di un telefono moderno, elegante e di qualità.
Esattamente come mi capitava di esserlo con i vecchi terminali Nokia.

Link: Sony Xperia P

PHP: adattare le immagini alla risoluzione dello schermo

Pubblicato da

Uno dei crucci di chi sviluppa per il web è quello di rendere la propria applicazione fruibile per la maggior parte dei dispositivi.
Questo significa o creare più versioni di una stessa applicazione o creare un unico layout che sia fluido e adattabile alle varie situazioni.
Ma le immagini?

Una tecnica per adattare le immagini alla risoluzione dello schermo è quella del sistema chiamato Adaptive Images che sfrutta Javascript e le librerie grafiche di PHP.
Il metodo è semplice

  • il javascript rileva la dimensione dello schermo e crea un cookie che ne immagazzina il valore
  • il file .htaccess intercetta ogni richiesta per file grafico .jpg, .gif o .png
  • questa richiesta viene inviata al file PHP che controlla se esiste una versione già “cachizzata” del file nella dimensione adatta
  • se non esiste nella cache, il file viene generato e inviato in output

Il sistema Adaptive Images richiede

  • Apache 2
  • PHP 5.x
  • GD lib

Link: Adaptive Images

Navigazione GPS gratuita

Pubblicato da

Cercavo un navigatore GPS per il mio Blackberry Storm 9500 e mi sono imbattuto in Nav4All.
E’ un software di navigazione per dispositivi portatili che sarà gratuito fino al 1° gennaio 2010!
Disponibile per un migliaio di dispositivi, esiste anche in lingua italiana.

Per adesso lancio la segnalazione e inizio il test.
Più in là una prova più accurata

Link: Nav4All (in italiano)

Fennec: la versione per cellulare di Firefox

Pubblicato da

fennec1-728-75_500x375

Ho già detto in un altro articolo che la mia personale migliore esperienza di navigazione tramite cellulare è stata tramite il browser Opera Mini. Tuttavia ho una grande stima e fiducia nel lavoro degli sviluppatori Mozilla. L’ideale sarebbe avere la potenza, l’usabilità e le funzioni di un Firefox sul cellulare.
A breve potrebbe essere così visto il buon livello di sviluppo raggiunto da Fennec.
Attualmente il browser è sviluppato per Windows Mobile e Linux (quindi una buona parte dei sistemi operativi per cellulari) ma i maggiori utilizzatori potrebbero essere i possessori di iPhone e BlackBerry

Video: http://vimeo.com/3563474

Potete sperimentare Fennec solo su Nokia N810 o (per adesso) sul vostro pc scaricando il software di prova
Link: Fennec Beta 1

Versione ottimizzata per cellulare del blog

Pubblicato da

Da oggi è disponibile la versione ottimizzata per cellulare (o altro dispositivo mobile) del blog.
L’indirizzo è informatico.mofuse.mobi.

Ho utilizzato il servizio offerto da mofuse che all’istante ottimizza la struttura di un sito o blog per la visualizzazione su dispositivo mobile.
Sempre su mofuse è disponibile un plugin per WordPress che identifica la navigazione con dispositivo mobile e reindirizza automaticamente l’utente al sito ottimizzato.

Link: mofuse

Disattivare servizi telefonici (suonerie, wallpaper, notizie)

Pubblicato da

telefonino_dispettoso

Solo per segnalare un blog molto utile che riunisce le informazioni necessarie per disattivare servizi telefonici voluti o non.
Il blog si chiama “Disattivali! – Guida indipendente alla disattivazione dei servizi per telefoni cellulari.
Si può contribuire al blog segnalando una nuova modalità di disattivazione di un servizio.

ps: lo metto anche nella categoria ‘truffe’ per il modo sospetto con cui questi servizi si attivino.
Ad esempio mio padre (68 anni) si è ritrovato abbonato alle notizie sui Take That! (2€ a sms)

Link: Disattivali! – Guida indipendente alla disattivazione dei servizi per telefoni cellulari

Configurazione email con parametri Vodafone (aggiornato)

Pubblicato da

 

Aggiornato al 17/09/2013

Come spesso è accaduto sulle pagine di questo blog, mi faccio promotore di un più semplice accesso ai contenuti del sito della Vodafone.
Nell’attesa di una migliore usabilità di tale sito, ecco il risultato della mia ricerca sui parametri di configurazione della posta elettronica se si ha come provider Vodafone.

L’unico server di posta in uscita di Vodafone rimasto sembra essere smtp.net.vodafone.it

Tutte queste configurazioni sono quelle trovate nell’area ADSL, quindi non nell’area specifica per le connessioni via rete cellulare UMTS/HSDPA, ma sono identiche alla mia configurazione funzionante, quindi dovrebbero funzionare comunque.

UPDATE:
qualcuno con caselle vodafone.it segnala dei problemi col CAPTCHA di Gmail.
Per sbloccarlo basta andare qui
https://www.google.com/a/vodafone.it/UnlockCaptcha

e inserire
username: utente (senza @vodafone.it)
password: tuapasswordemail

Link: Vodafone

Vodafone InOffice: Gestione Chiamate

Pubblicato da

Dato che non è facile trovarle nel tremendo sito della Vodafone, riporto qui delle informazioni che mi servono (frutto di una lunga ricerca) ma che potrebbero serviere anche a qualcun altro.

Come funziona

Le chiamate effettuate dal tuo cellulare saranno inoltrate visualizzando il tuo numero mobile.
Il tuo cellulare squillerà sia nel caso di ricezione delle chiamate destinate al numero di rete fissa, sia al numero mobile. In entrambi i casi verrà visualizzato il numero del chiamante e il suo nome, se questo è presente nella rubrica del tuo cellulare.

Quando ricevi sul numero di rete fissa Vodafone
Ricevi gratuitamente tutte le chiamate dirette al tuo numero fisso quando ti trovi nell’Area Vodafone InOffice, identificata dall’indirizzo geografico da te indicato in fase di sottoscrizione e modificabile chiamando il Servizio Clienti Vodafone o contattando il tuo Consulente commerciale.
Il traffico effettuato con il numero fisso verso rete fissa nazionale dall’Area Vodafone InOffice concorre al raggiungimento della soglia di traffico bimestrale prevista dalle offerte Vodafone InOffice.

Quando ricevi le chiamate dirette al numero mobile Vodafone nulla cambia rispetto ad oggi.
La ricezione3 sarà sempre gratuita su tutto il territorio nazionale.

Telefonate dal numero di Rete Fissa
Dal 15 Dicembre scorso è possibile effettuare chiamate col numero fisso uscente.
Come fare:
– digita *103*0# se vuoi effettuare chiamate col numero fisso. Una volta impostato tale codice tutte le chiamate, all’interno dell’Area Vodafone InOffice, saranno effettuate col numero fisso.
– digita *103*3# se vuoi effettuare chiamate col numero mobile. Una volta impostato tale codice tutte le chiamate saranno effettuate col numero mobile.
– digita *103*1# per conoscere in qualsiasi momento qual’è lo stato impostato.

Se effettui una chiamata dal numero fisso verso una numerazione mobile viene applicato un costo fisso a chiamata di 13,5 cent per Vodafone No Problem InOffice, di 13,5 cent più una tariffa di 10 cent al minuto per Vodafone InOffice Zero e Vodafone InOffice Free.
Se effettui una chiamata dal numero fisso verso una numerazione di rete fissa vale la tariffazione prevista dall’offerta Vodafone InOffice sottoscritta. Per queste chiamate la tariffa oltre la soglia bimestrale è di 10 cent di costo fisso a chiamata più 10 cent al minuto.
Le chiamate effettuate dal numero fisso verso la Rete Fissa nell’Area Vodafone InOffice concorrono al raggiungimento della soglia di traffico bimestrale di 2000 minuti dell’offerta InOffice.

Attivazione della Reperibilità

Puoi attivare gratuitamente e gestire in autonomia la reperibilità fuori dalla tua sede di lavoro nella tua Area personale “190 Fai da te”.
Una volta attivato il servizio, puoi gestire la reperibilità anche con questi codici gratuiti da digitare sul tuo cellulare:
ricezione anche fuori dall’Area Vodafone InOffice *100*1*numero fisso#
ricezione solo all’interno dall’Area Vodafone InOffice *100*2*numero fisso#

Se scegli di essere sempre reperibile sul tuo numero di Rete Fissa anche quando sei fuori sede, le chiamate verranno trasferite al numero mobile. La ricezione fuori Area Vodafone InOffice prevede una tariffa di 5 cent al minuto più 10 cent di addebito alla risposta.
Se la chiamata indirizzata al numero fisso non riceve risposta, la chiamata verrà automaticamente inoltrata alla segreteria telefonica di Vodafone InOffice (44040).

Con Vodafone InOffice potrai sempre distinguere le chiamate dirette al numero fisso da quelle dirette al numero mobile.
All’interno dell’Area Vodafone InOffice, tutte le chiamate dirette al tuo numero fisso5 verranno precedute dal messaggio vocale “Chiamata al numero fisso“.
Fuori dall’Area Vodafone InOffice ascolterai il messaggio gratuito “Chiamata fuori area al numero fisso “.

Associazione di due numeri mobili al numero di Rete Fissa

Con l’Elenco numeri di cellulare associati puoi estendere il servizio di ricezione delle chiamate dirette al numero di rete fissa ad altri due numeri di cellulare Vodafone, oltre che al tuo.
In questo modo le chiamate dirette a quel numero potranno arrivare prima sul tuo cellulare e poi su quelli dei tuoi collaboratori più stretti.
Potrai modificare gratuitamente tutte le volte che vorrai la lista dei numeri mobili associati e l’ordine di ricezione delle chiamate nell’Area personale “190 Fai da te”.
Puoi sempre verificare con il numero gratuito 42070 i numeri di cellulari associati al numero di rete fissa.

Segreteria telefonica

Puoi ascoltare la segreteria telefonica dedicata al numero fisso InOffice chiamando il 44040.
Le chiamate alla segreteria telefonica sono tariffate come segue:
– dal numero mobile: l’ascolto della segreteria telefonica è tariffato come una chiamata verso Vodafone, secondo quanto previsto dal piano di rete mobile sottoscritto.
– dal numero fisso: l’ascolto della segreteria telefonica è gratuito.

Per ascoltare la segreteria telefonica del numero mobile, il 42020, effettuando la chiamata con il numero fisso, la tariffa sarà quella prevista dall’offerta InOffice sottoscritta per le chiamate da numero fisso verso mobili.

Vodafone UMTS HSDPA: impressioni e valutazioni in pillole.

Pubblicato da

E’ ormai un anno e mezzo che utilizzo il modem Huawei E270 e il servizio UMTS di Vodafone per connettermi a internet e volevo condividere le mie impressioni.
La zona in cui risiedo e, spesso, lavoro fa parte di quelle aree in cui il digital divide sarà molto difficilmente colmabile. Tutt’intorno ci sono abitazioni che dispongono di ADSL tramite il classico doppino in rame, tranne il mio isolato che è servito da una centralina che non verrà mai aggiornata, per stessa ammissione di un operatore Telecom Italia, con i moduli per la banda larga.
Finita la descrizione del mio triste caso passiamo alle valutazioni su Vodafone.

Premetto che io ho un contratto Business Unlimited.
Il software in dotazione col modem (il famigerato VMCLite) seppur migliorato nelle sue varie versioni non ha mai gestito al meglio la connessione, rivelando falle e provocando interruzioni del servizio. Ho già scritto un post sul problema scoprendo come altri software presenti sul sito di Vodafone fossero più adatti.
Eliminati questi problemi di gioventù, ho potuto toccare con mano quello che è il reale servizio di un grande operatore come Vodafone in una zona sì coperta dal servizio HSDPA ma comunque periferia di una grande città.
In sintesi alcune mie valutazioni dividendo tra gli aspetti positivi e quelli negativi

Positivi:

  1. E’ stata l’unica concreta alternativa per avere la banda larga in una zona non coperta da alcun servizio ADSL
  2. Quando tutto funziona per il meglio si riescono ad effettuare download anche a 300KB/s
  3. Hardware affidabile

Negativi:

  1. Lentezza di base nella risoluzione dei nomi (i server DNS non sono modificabili)
  2. Momenti di blocco totale nella navigazione: la connessione è attiva ma non c’è alcuna trasmissione di dati
  3. Difficoltà nell’invio dei dati in modalità POST (discussioni in forum, manutenzione di questo stesso blog)
  4. Banda disponibile molto variabile: si ha la netta sensazione che sia abbondante durante l’orario lavorativo e limitata durante i week end e la sera
  5. Costo nettamente superiore alle offerte dei provider ADSL tradizionali

Insomma se potessi avere un collegamento ADSL con filo non ci penserei due volte a cambiare ma in mancanza di altro, e magari in attesa di WiMAX, continuo con Vodafone.

Link: Vodafone