Category Archives: Open source

Programma contabilità per professionisti e piccole imprese

Pubblicato da

Una delle attività più noiose da quando ho scelto di essere un consulente informatico professionista è quella di manutenere personalmente la mia contabilità.
Ovviamente parlo di quella spicciola. Fatture in entrata e in uscita, bilancio e poche altre cose.
Fino ad oggi me la sono cavata con Excel (anzi con Calc di OpenOffice) ma cerco sempre strumenti che mi semplifichino il tutto, magari fornendomi nuovi strumenti di analisi.
Girando per il web ho trovato questo GnuCash, un software di contabilità realizzato nel pieno rispetto dei dettami open source

GnuCash permette di tenere traccia dei conti bancari, delle azioni, delle entrate e delle uscite. Intuitivo nell’utilizzo come il registro del libretto degli assegni, si basa sui principi fondamentali della contabilità per garantire il bilancio dei conti e l’accuratezza dei resoconti.

Già so che è un programma sovradimensionato per quelle che sono le mie esigenze ma voglio dargli una possibilità ed usarlo anche per la piccola contabilità di un professionista (in tempo di crisi).
Nel frattempo che lo segnalo lo utilizzerò per qualche mese per vedere se anche un informatico può avere una contabilità in ordine.

Link: GnuCash

Registrazione azioni su desktop (screen recording)

Pubblicato da

Cercavo un software gratuito che mi permettesse di creare un tutorial per spiegare ad un cliente l’utilizzo di un’applicazione.
Mi sono imbattuto in CamStudio che può essere utilizzato per registrare una regione del desktop o tutto quanto (attenzioni alle dimensioni del filmato finale).
Il formato di esportazione è AVI o SWF. In questa seconda modalità si crea un file molto leggero ma non sono riuscito a visualizzarlo nè col player nè con un browser con supporto Flash.
Col formato AVI non ho avuto problemi.
Durante la registrazione è possibile aggiungere commenti sonori, nascondere la finestra del programma e il cursore. Inoltre è possibile aggiungere delle annotazioni direttamente sul video prodotto.
Insomma un programma gratuito che ha tutte le funzioni base desiderabili da un software per la creazione di tutorial.

Link: CamStudio

Registrazione attività bambini sul computer

Pubblicato da

Premetto tre cose:

  • a mio avviso i bambini non dovrebbero mai essere lasciati da soli davanti ad un computer connesso a internet
  • spiare i propri figli (ma il software può essere utilizzato per spiare chiunque) deve essere l’extrema ratio. Niente può sostituire il dialogo
  • non ho sperimentato il software e, per quanto sia un freeware opensource, non so se nasconda servizi a pagamento

Detto questo KidLogger, una volta installato, serve per registrare chat, fotografare schermate, tenere traccia dei siti visitati, delle applicazioni usate e delle parole digitate.
Il software permette di inviare messaggi ad account di posta predeterminati all’avverarsi di eventi quali la digitazione di determinate parole (‘sesso’, ‘soldi’, ‘droga’ ecc.) o l’apertura di sessioni di chat.
Anche le conversazioni tramite Skype possono essere registrate. Le email prodotte tramite client, invece, sono copiate e conservate.
Il software può essere configurato per avviarsi con il sistema operativo e rendersi invisibile all’interno del pannello di rimozione delle applicazioni.

Disponibile per Windows, Android e Mac OS

Link: KidLogger

Antivirus gratuiti per il 2011

Pubblicato da

  1. Microsoft Security Essential
    Un buon antivirus. Completo, efficace e che non intacca troppo le risorse di sistema.
    Per essere installato bisogna disporre di Windows originale
  2. BitDefender Antivirus Free Edition
    Fornisce una protezione “basica” che non vuol dire insufficiente.
    Se però siete degli accaniti navigatori del web meglio rivolgersi verso prodotti più completi.
  3. Avast Free Antivirus
    Molto efficace e frequentemente aggiornato contro le nuove minacce.
    Necessita di una semplice registrazione per poter essere scaricato e utilizzato.
  4. AVG Anti-Virus 2011 Free Edition
    Un classico tra gli antivirus gratuiti. Ancora efficiente e spesso aggiornato.
    Protegge anche contro le nuove minacce che arrivano dai social network
  5. Avira Antivir Free Edition
    A mio modesto avviso è tra i migliori.
    Talvolta un po’ invadente ma si naviga e lavora in sicurezza.
  6. Hitman Pro – Free Cloud Anti malware Software
    E’ una protezione contro molti tipi di malware (virus, rootkit, spyware).
    La sua particolarità è che può lavorare accanto ad altri antivirus.
  7. Immunet Protect – Free Cloud Anti virus software
    Software che opera “in the cloud” e non richiede aggiornamenti del database di virus.
  8. FortiClient – Free EndPoint Security Suite
    Suite di prodotti per la sicurezza. Molto completo.
    Oltre all’antivirus, c’è un firewall, una VPN, un antispyware e altro ancora
  9. Panda Cloud Antivirus – Free Cloud Antivirus
    Altro antivirus che opera nel “cloud”.
    Funziona anche a fianco di altri antivirus.
  10. Outpost Security Suite Free
    Antivirus, antispyware e firewall.
    Protezione proattiva per un buon prodotto.
  11. ClamWin AntiVirus – Open Source Anti Virus
    A torto considerato il “Brutto Calimero” degli antivirus.
    E’ l’unico antivirus open source e funziona “on demand” ossia analizza i file solo se gli viene sottoposto manualmente

Server web. Stanco del solito Apache? Prova Cherokee!

Pubblicato da

Apache è il web server più utilizzato nel mondo. Capace di funzionare sia su Linux/UNIX che su Microsoft, è il punto di partenza per i programmatori PHP, Java, Ruby, Python ecc.
La configurazione di Apache è piuttosto ostica (anche se ampiamente documentata), soprattutto per chi è ai primi passi.
Dall’esigenza di avere un’interfaccia di configurazione più amichevole è nato Cherokee, web server open source.
Anche Cherokee è installabile su macchine Linux/UNIX, Windows e Mac OS e supporta i linguaggi e i database più diffusi del mondo della programmazione.
La differenza sostanziale è nell’interfaccia di ammnistrazione che riunisce in un unico posto tutte le possibili configurazioni che è possibile applicare al server.
Nella stessa interfaccia sono presenti anche i monitor classici sullo stato del server.

Gli appassionati della riga di comando e dei file config continueranno ad utilizzare Apache ma, per tutti gli altri, Cherokee può essere una valida alternativa.

Link: Cherokee Project

Creare un filmato da foto

Pubblicato da

Esistono parecchi software che aiutano a creare filmati partendo da un gruppo di foto ma PhotoFilmStrip si distingue per la sua semplicità.
In soli 3 passaggi è possibile creare un filmato nel formato VCD, SVCD, DVD fino a FULL-HD (1920×1080).

  • si scelgono le foto
  • si inseriscono i sottotitoli
  • si sceglie una musica di sottofondo

ed ecco il filmato in uno dei formati sopra citati.
I progetti possono essere salvati per poi essere ri-editati in un secondo momento.
Il software è freeware ed open source.

Link: Sito web del progetto PhotoFilmStrip e pagina dedicata su SourceForge

Il database delle tue attività sui social network

Pubblicato da

Avete mai riflettuto su quanto tempo si spenda sui social network?
Twitter e Facebook sono diventati come un diario di attività e contenuti condivisi con gli amici e con il web.
Si vorrebbe voler poter conservare questo che è parte della nostra vita quotidiana.
Da oggi è possibile grazie a ThinkUp, un programma che funziona su web e che è anche un agile e pratico database delle nostre attività social.
Infatti è possibile anche vedere tutte le risposte degli amici (o follower) o vedere il flusso di foto dei propri amici e tanto altro.

Per poterne usufruire c’è bisogno di un server che supporti PHP 5.2 e che disponga di MySQL come database.
Se non avete intenzione di acquistare uno spazio web potete sempre rivolgervi ad Altervista che offre spazio web gratuito con queste caratteristiche.

Link: ThinkUp

Scovare e tracciare chi ha rubato il notebook o lo smartphone

Pubblicato da

Il furto del notebook, del netbook o dello smartphone oltre ad un danno economico rappresenta un potenziale pericolo per la privacy e per il proprio lavoro.
Questi dispositivi, però, oggi sono dotati di molti mezzi che potrebbero essere usati per essere rintracciati. Un modulo GPS o WiFi può servire a fornire informazioni al proprietario ed aiutarlo nel recuperare il maltolto.
Il Preyproject è un progetto opensource che è compatibile con tutte le piattaforme più diffuse: Windows, MacOS, Linux,  Ubuntu e Android.
In sostanza si tratta di un agente che rimane silente fino a quando non riceve un segnale remoto (via internet o SMS).
In questo caso si attiva e poi  invia al “padrone” informazioni come la propria posizione (in caso di modulo GPS attivo) oppure sulla rete che sta utilizzando per comunicare, sulle azioni che il ladro sta effettuando sul dispositivo ecc.
Il legittimo “padrone” del dispositivo a sua volta può limitarsi a seguire le tracce del ladro oppure agire attivamente, bloccando cartelle, cambiando password o rendendo inutilizzabile il sistema.

Il prodotto è gratuito ma esiste anche la possibilità di sottoscrivere un account Pro che permette di superare il limite di 3 dispositivi monitorati .

Link: The Prey Project

Jolicloud: una nuova distro per netbook

Pubblicato da

Secondo il mio modesto parere i netbook sono fatti per essere usati con Linux. Il mio ASUS eeepc ha Ubuntu Netbook Edition (il vecchio Remix) e va benissimo.
Il dumping fatto da Windows, abbassando i prezzi di XP Home, ha tagliato l’espansione di Linux su questo tipo di dispositivi ma non è detta l’ultima parola.
Il nuovo Windows 7 Starter Edition è veramente troppo limitato per piacere a tutti.
Per tutti “gli altri” oltre al già citato Ubuntu ci sono tanti progetti per offrire un sistema operativo basato su Linux ma che sia al tempo stesso, completo, semplice da usare e leggero nella richiesta di risorse.
Una di queste distro si chiama Jolicloud che nella sua interfaccia utente è ancora più semplice di Ubuntu.
La grande differenza (e forse limite) è che Jolicloud ha senso di esistere solo se si è connessi a internet in banda larga.
Molte delle applicazioni disponibili non sono altro che delle scorciatoie alle applicazioni web (come ad esempio Facebook e Twitter).
Per le altre applicazioni basta digitarne il nome nel form di ricerca e questa viene resa disponibile per l’installazione.
Un progetto interessante.

Link: Jolicloud