Tag Archives: youtube

Creare e modificare video per YouTube

Pubblicato da

Anche se questo uso rappresenta solo una parte delle sue potenzialità, Ezvid è il tool ideale per creare e modificare video da pubblicare su YouTube.
Nonostante la completezza e la facilità d’uso delle funzioni, Ezvid video editor è un programma gratuito.
Tra le sue caratteristiche troviamo

  • la possibilità di creare slideshow da immagini in JPG, PNG  GIF
  • lo screen recording (registrazione delle attività sullo schermo)
  • lo screen capture (istantanea del desktop)
  • modifica dei filmati
  • inserimento sottotitoli
  • lettura sintetizzata dei sottotitoli
  • inserimento di 20 colonne sonore royalty free (molto carine!!)
  • possibilità di inviare il filmato a YouTube direttamente all’interno dell’interfaccia

non è possibile inserire propri MP3, generalmente coperti da copyright, per evitare il ban dell’account da parte di YouTube.
Un buon prodotto adatto per esempio ai videogamers che vogliono far conoscere al mondo le loro prodezze.

Link: Ezvideo

Chill: il Pinterest con i video

Pubblicato da

Pinterest è uno dei social network del momento. Sta avendo un successo incredibile pensando che ancora si tratta di un’applicazione a inviti.
Nella percezione di molti è un luogo virtuale d’elite in cui si condividono immagini ma in maniera più sofisticata, originale e “intima” (rispetto a Facebook o a Flickr).
Sulla scia di questo successo è nato Chill che altro non è che un Pinterest ma fatto con i video.
Chill è già aperto a tutti. Infatti basta avere un account Facebook per poter accedere.
Avrà successo come Pinterest? O sarà fagocitato da un servizio tipo i canali di YouTube? Vedremo

PS: anche Pinterest permette di “pinnare” video ma è una sezione un po’ separata dal resto. Chill invece è dedicato solo a questo

Link: Chill

Sistema per la gestione dei contenuti video: VidCaster

Pubblicato da

Da quando Google ha acquisito YouTube uno dei principali obiettivi degli sviluppatori è stato quello di mettere a disposizione le enormi potenzialità della piattaforma a tutti gli utenti.
YouTube dispone di molte API pubbliche che permettono la personalizzazione dei video che possono essere poi hostati sul proprio spazio come sui server di YT.
E’ così possibile creare, ad esempio, un proprio canale di internet tv aggiungendo loghi, metadati, video sitemap e anteprime ai video.
VidCaster è una piattaforma per utilizzare in maniera semplice tutte le API e possibilità di YouTube.

Per provarne le potenzialità esiste un account di tipo gratuito che permette la connessione con il proprio canale.
Le funzionalità più avanzate (con le opzioni più spinte di personalizzazione) appartengono alle sottoscrizioni a pagamento.

Link: VidCaster

Viaggiare nel tempo con i video

Pubblicato da

E’ indubbio che YouTube e il suo enorme database costituiranno un formidabile archivio di tutto quello che è successo in questi tempi.
Anche il passato ci ha lasciato moltissime testimonianze sotto forma di canzoni, pubblicità, notizie, eventi sportivi, ecc..
Molto di  quello che è stato digitalizzato è liberamente fruibile sulla Rete e, ad esempio, vedere uno spot di qualche tempo fa è un vero e proprio viaggio nel tempo.
E’ questo il concetto alla base di YTTM.tv (che si basa sul database di YouTube). Tramite il  suo cursore ci spostiamo lungo un arco temporale che va dal 1860 al 2010 e vengono proposti video inerenti al periodo.
In soldoni: è una nuova classificazione del materiale di YouTube proposto in una forma molto gradevole e suggestiva.

Link: YTTM.tv

Scaricare tutta la musica che si vuole (legalmente)

Pubblicato da

Puniz.com è semplice nell’utilizzo.
Si cerca una canzone tramite il motore di ricerca che interroga anche (ma soprattutto) l’enorme database di materiale presente su YouTube.
La canzone viene cercata tra le migliaia di video presenti.
Istantaneamente la canzone viene convertita in mp3 (ma è possibile scaricare anche la versione per cellulare 3GP, per lettori flash FLV o lettori multimediali MP4).

Ecco qua: tutta la musica disponibile su web in maniera legale e immediata.
La qualità è però un altro discorso.

Link: Puniz

Emendamento ammazza libertà su internet

Pubblicato da

Che internet abbia bisogno di un controllo è fuori di dubbio. La pedopornografia e i gruppi su Facebook che inneggiano ai mafiosi vanno fermati.

A decidere un’azione del genere devono essere, però, dei magistrati che abbiano individuato un ipotesi di reato, non un governo (per quanto eletto a maggioranza). Il pericolo che si tolgano di mezzo le opposizioni in nome della “prevenzione” è altissimo.
Invece è stato approvato un emendamento che va in quella direzione.
Terrò d’occhio l’argomento con il materiale che riuscirò a trovare in rete.

L’intervista integrale


Link (i contenuti più recenti sono in testa):

Modificare e convertire filmati

Pubblicato da

fvc_1

Esistono molti tool che convertono e modificano file video. Talvolta sono software che non uniscono le due funzionalità. Altre volte sono un po’ complessi.
Questo Free Video Converter invece sembra l’uovo di Colombo: semplice, completo, efficace e, non ultimo, gratuito.

fvc_2

Apre e converte dai seguenti formati: AVI, FLV, MOV, MP4, MPG, MPEG, MTS, RM, RMVB, QT, WMV.
Converte nei seguenti formati: AVI, MP4, MPEG1, MPEG2, QuickTime (QT), WMV. Ma anche nei formati che sono molto popolari grazie ai dispositivi multimediali molto in voga: YouTube, iPod, iPhone, HDTV, pagine Web (Flash)

fvc_3

In più la possibilità di tagliare, unire e ridimensionare i video della vacanze con la stessa semplicità del Movie Maker di Windows.

Link: Free Video Converter [via lifehacker]

Catturare al volo un video di YouTube o un video FLV in genere

Pubblicato da

Molti portali di video sharing danno la possibilità, tramite link, di scaricare il video in formato FLV.
Ma quando non è disponibile il link possiamo utilizzare un’applicazione leggera, portatile e freeware come WebVideoCap

Mentre stiamo guardando il filmato, l’applicazione cattura il flusso video e lo rende un file disponibile nella cartella prescelta e quindi visionabile in qualsiasi momento.
Funziona con YouTube, Google Video, Yahoo Video, iFilm, Metacafe, Putfile, e molti altri
I sistemi operativi supportati sono: Windows 2000/XP/2003/Vista
NOTA BENE: con Windows Vista SP1 bisogna scaricare il driver aggiuntivo WinPcap driver e selezionarlo come driver di cattura

Link: Scarica WebVideoCap

C’è vita oltre YouTube?

Pubblicato da

Qualche tempo fa scrissi un post chiamato “C’è vita oltre Google?” per sondare il mercato dei motori di ricerca che non erano stati travolti dal ciclone Google. Il quadro era piuttosto desolante.
Si erano salvati solo i motori di grosse aziende come Yahoo! e Microsoft

La storia dei portali dove è possibile pubblicare contenuti multimediali è un po’ diversa. YouTube ha creato un mercato lì dove non c’era. E fino a quando Google non ne ha concluso l’acquisizione, YouTube è stato un vero e proprio buco nero di soldi. Una grandissima invenzione senza un ritorno economico.
E’ altrettanto indubbio che oggi YouTube sia il monopolista del settore ma qualcosa si muove e la concorrenza non è lontanissima tecnologicamente.
Ecco una carrellata dei principali competitors che ho diviso in due categorie: simil-youtube, tv-online.

simil-youtube

Google Video doveva essere l’arma di Google contro YouTube. Grafica pulitissima in puro stile Google e disponibilità dei server praticamente illimitata.
Curiosamente non è sparito anche quando Google ha comprato YouTube. Sono pubblicati alcuni video in alta definizione (HD) e parecchio materiale da YouTube. E’ poco sviluppato ma viene utilizzato per qualche piccolo esperimento da quelli di Google. Ne danno notizia sul loro blog.
GIUDIZIO: agonizzante.

Eyespot rientra in quella fascia di portali di video sharing interessanti. Non potendo battere il monopolista per quantità di video e ampiezza di banda disponibile, si è concentrata sulla creazione di applicazioni per l’editing rivolte sia ad un cliente ‘normale’ (con qualche limitazione) sia, soprattutto, al cliente pagante. Per quest’ultimo è anche disponibile una libreria di contenuti acquistabili con il pacchetto associato all’offerta oppure la possibilità di vendere la propria pubblicità all’interno del network.
GIUDIZIO: da tenere d’occhio

Jumpcut è la risposta Yahoo! a YouTube (a suo tempo si vociferò che anche Yahoo! avesse fatto la sua offerta ma Google offrì molto di più). Come dice anche il nome, il portale non solo è orientato alla distribuzione di contenuti autoprodotti da dilettanti e aspiranti professionisti ma fornisce anche strumenti per l’editing di base. E’ possibile remixare varie porzioni di filmato e aggiungere effetti.
GIUDIZIO: buono ma da Yahoo! ci si aspetta sempre il massimo

Ourmedia è un portale borderline tra quelli simil-YouTube e le tv-online perchè è rivolto ad una produzione di qualità media superiore ma senza perdere il carattere popolare. L’interfaccia è un po’obsoleta e non ci sono strumenti per l’editing. E’ possibile creare propri canali per la pubblicazione seriale dei contenuti.
GIUDIZIO: il famoso vaso di coccio tra quelli di ferro

Revver è molto simile a YouTube. L’interfaccia è pulitissima e persino più funzionale. Tutto è dove ci aspetta che sia. La particolarità di Revver è quella di poter ricavare qualche soldino dalla pubblicazione dei video ma anche dalla condivisione dei contenuti (40% al creatore, 40% a revver e 20 al condivisore). Utile il plugin sviluppato per la popolare piattaforma per blog WordPress.
GIUDIZIO: buono ma non si distingue

Vimeo parte da una grafica accattivante e da un punto di forza: l’enorme community che si sta sviluppando tra gli appassionati di video. Spesso la fortuna di questi portali è data non tanto dalle funzionalità o dalle potenzialità tecnologiche ma da una specie di reazione a catena scatenata dal passaparola (vedi Facebook).
GIUDIZIO: fatto bene e pieno di chicche difficilmente trovabili altrove

tv-online

blip.tv fa parte di una nutrita schiera di portali di video sharing orientati ai contenuti che hanno alle spalle una produzione. Le chiamano, forse un po’ impropriamente, “TV online”. Non troverete i video dei ragazzini girati a scuola ma solo produzioni del tipo spot elettorali, mini-documentari, lezioni di ginnastica e video musicali di artisti emergenti. Il tutto sa un po’ di già visto e consumato.
GIUDIZIO: funzionale ma niente di più

Crackle è molto simile a blip.tv ma alle spalle ha un colosso come Sony che assicura un continuo rifornimento di contenuti di qualità divisi per categoria. Ci sono film e telefilm pensati per essere distribuiti sul web. Inoltre il portale si propone di essere una fucina di talenti del domani. Chiunque può proporsi e rischiare di finire sotto contratto con mamma Sony.
GIUDIZIO: contenuti di buona qualità

Note di merito per: Metacafe (generalista come YouTube), Dailymotion (è Alice Video in Italia), Videojug (portale orientato alla didattica)

NB. i portali di video sharing sono venuti su come funghi. Se qualcuno ha qualche segnalazione interessante si faccia avanti.

Convertire i video di YouTube in mp3

Pubblicato da

Questo post è la risposta alla domanda di un lettore del blog.
Il lettore mi aveva chiesto se era possibile convertire i filmati presenti su YouTube in MP3.
Tecnicamente è possibile, con un paio di passaggi, anche facendolo dal proprio computer ma esiste un servizio online che fa tutto per noi.
Il servizio si chiama VidtoMP3.
Il funzionamento è semplicissimo, basta inserire l’indirizzo del video su YouTube e cliccare su “download”. In un paio di minuti il file MP3 è disponibile.
Ovviamente non vi aspettate una qualità eccezionale.

Funziona anche con MegaVideo, Dailymotion, Metacafe, Veoh, Myspace, Break, iFilm, Google Video, Bolt, ClipJunkie, ClipShack, CollegeHumor, FunnyJunk, Glumbert, GoFish, Grouper, Hallpass, MilkandCookies, Putfile, SantaBanta, Sharkle, Shoutfile, Vimeo, vSocial, Yikers, ZippyVideo