Category Archives: Software

Software: recupero dati con EaseUS Data Recovery Wizard

Pubblicato da

Ho avuto la possibilità/necessità di provare EaseUS Data Recovery Wizard per cercare di recuperare un’immagine che stava in un mio vecchio backup cancellato.
Ne ho approfittato per fare questa breve recensione.
Innanzitutto ho provato la versione free del software. Il limite più grande rispetto alla versione a pagamento è la quantità di file recuperabili.
Sul sito c’è scritto che è fino a 2GB mentre durante l’installazione ho letto 500 MB

Leggi tutto

Winroulette, il programma gratis che aiuta a vincere alla roulette

Pubblicato da

Giocare e vincere alla roulette online è da sempre il sogno dei tantissimi appassionati di gioco d’azzardo che quotidianamente “affollano” i casino online sfidando il banco e la sorte. La maggior parte dei giocatori che si siede al tavolo della roulette russa, sia reale che virtuale, spesso non ha un’adeguata conoscenza delle regole e dei sistemi di gioco che servono per contrastare il predominio del banco.

Leggi tutto

Spegnere automaticamente il pc al termine del download

Pubblicato da

AMP WinOFF

Il problema di spegnere automaticamente il pc al termine del download è sicuramente capitato a chi deve scaricare uno o più file di grandi dimensioni che necessitano di parecchio tempo per concludersi.
Il periodo deputato al download è quasi sempre la notte.
Primo perchè possiamo impegnare il computer quando non ci serve e secondo perchè, considerate le disastrate condizioni della connettività italiana, la banda a disposizione aumenta nelle ore notturne.

Leggi tutto

Recupero dati persi. La proposta di EaseUS

Pubblicato da

Una delle più grandi paure per chi lavora col computer è la cancellazione accidentale dei dati.
Avere buone abitudini di backup (o salvataggi automatici o GIT) è la base per lavorare tranquilli ma non sempre le cose vanno come si vorrebbe e può capitare contro ogni previsione di cancellare, volontariamente o meno, dati importanti.
Il recupero dati diventa quindi importante per salvare tempo prezioso e salute mentale.

Leggi tutto

Rimuovere la Babylon Toolbar e la Ask Toolbar

Pubblicato da

Mi sono trovato nella condizione di dover rimuovere Babylon Toolbar e Ask Toolbar da una vecchia installazione di Windows XP (certi padri anziani installano cose a casaccio).
Cercare di farlo attraverso il pannello di controllo (installazione applicazioni) non sortiva effetto. Tra l’altro, dopo un’attesa lunghissima, la procedura di disinstallazione portava ad aprire una pagina web di Babylon con le istruzioni per farlo su ogni singolo browser!? Leggi tutto

Android: l’applicazione che respinge gli scocciatori al telefono

Pubblicato da

20130524_112551

Il telemarketing è forse una delle forme più noiose di vendita. Specie quando non è mirata ma “a tappeto”.
Gli operatori telefonici sono spesso pagati a risultato e quindi sono anche molto insistenti nel volerti vendere un servizio.
E se si rifiuta quel servizio una volta non è detto che non ti richiamino più volte (i call center coinvolti possono essere anche diversi e senza coordinamento tra di loro).
Personalmente sono bombardato da proposte di SKY, CEPU e vari operatori di linee ADSL.

L’unico aspetto positivo della faccenda è che i numeri dei call center sono quasi sempre visibili.
Ad esempio ce n’è uno molto aggressivo con numero 0287232670 che normalmente cerca di vendermi pacchetti SKY.
All’ennesima volta che ho rifiutato l’offerta, ho cercato un programma che provvedesse automaticamente a rifiutare la chiamata (mi chiamano sempre sule cellulare).
Un’ottima app per Android che fa questo lavoro è Calls Blacklist che “rimbalza” le telefonate provenienti dai numeri nella lista.
I numeri sono bloccati silenziosamente quindi se il call center vi chiama mentre state facendo il pisolino non ci sono pericoli.
Vedere nel registro quante volte hanno provato a chiamarmi inutilmente non ha prezzo.
Chiedo venia per la qualità dell’immagine di apertura ma il mio Sony non ha la funzione screenshot.

Link: Calls Blacklist

Htaccess: limitare l’azione di bot, spider ed exploit

Pubblicato da

5G-Blacklist

Uno dei modi più semplici per attaccare un sito realizzato con un linguaggio dinamico (ASP.NET, PHP, ecc.) è quello di scrivere URL malformati o di inoltrare molteplici richieste contemporanee.
Anche l’azione troppo “invadente” di certi spider automatici può causare problemi di accessibilità ad un sito.
I server come Apache hanno la possibilità di configurare l’accesso ad una directory tramite il file .htaccess .
Sfruttando questa caratteristica si possono impostare una serie di regole per filtrare gli accessi.

5G Blacklist è un progetto condiviso per la realizzazione di un .htaccess “definitivo” in cui siano contemplati tutti i casi per limitare l’azione di bot, spider automatici e hacker alle prime armi.
Il nome deriva dal fatto che è la quinta generazione di questo file che è un po’ come una blacklist di un firewall.
Non si tratta della soluzione contro tutti i mali ma permette di risparmiare molta banda e rintuzza gli attacchi più classici.
Il file è strutturato molto bene permettendo di personalizzare, ad esempio, l’elenco degli IP bloccati (o consentiti) oppure quello degli User-Agent (i software che manifestano la propria identità) non consentiti.
Bisogna  dire che entrambi i metodi sono soggetti a raggiro: uno spider può avere diversi IP e un User-Agent può essere simulato.

C’è poi tutta una sezione che “cura” le query string (quelle URL che al loro interno passano valori e parametri).
Il lungo lavoro della community è stato quello di filtrare le URL formate in maniera anomala facendo passare quelle corrette.
Nonostante qualche limite la validità di 5G Blacklist rimane. E’ un metodo semplice e alla portata di tutti per aumentare la sicurezza delle proprie applicazioni web.

Funziona perfettamente con WordPress.

Link: 5G Blacklist (qui la versione beta della 6G)

Software Office Gratuito: Kingsoft

Pubblicato da

kingsoft

Sono sempre stato un estimatore di OpenOffice (prima) e di LibreOffice  (poi).
Tuttora li trovo degli strumenti completi e adatti anche ad un uso professionale. Con gli standard aperti, poi, sono veramente insuperabili.
Quello che mi lascia perplesso sono:

  • una certa pesantezza delle suite
  • qualche bug non risolto per il trattamento degli RTF in LibreOffice (ma ho letto di problemi anche con OO)
  • la gestione dei file Microsoft “moderni” (docx, pptx, xlsx) un po’ laboriosa

Kingsoft è una suite di programmi di produttività Office gratuita per scrivere documenti, creare fogli di calcolo e presentazioni.
Ciò che si apprezza di Kingsoft è la velocità di avvio, la familiarità con il pannello dei comandi (nella versione gratuita è quella di Office pre-ribbon) e la gestione dei file Microsoft.
Quello che non ha sono la possibilità di salvare in formato Microsoft “moderno” (vedi sopra) e la gestione dei formati open.
Non sarà il massimo della pulizia ma io, sul mio desktop, ho deciso tenermi LibreOffice per la sua completezza e per l’utilizzo dei file con formati aperti, e Kingsoft per gestire velocemente i formati Microsoft.
La versione a pagamento di Kingsoft permette, tra le altre cose, di cambiare l’interfaccia del programma (la famosa ribbon) e di utilizzare VBA e macro.

Link: Kingsoft

Posta elettronica: JBMail un client leggero, sicuro e portatile

Pubblicato da

jbmail-setup

I client di posta elettronica come Outlook e Thunderbird sono forse un po’ sorpassati dalla diffusione della posta che si legge direttamente online nel proprio pezzetto di cloud.
Ci sono ancora tantissimi utenti, professionali e non, che però continuano a scaricare la posta sul proprio computer. Un po’ per abitudine e un po’ per essere sicuri di avere tutto sempre a portata di mano anche in mancanza di connessione.

C’è però un modo per leggere la posta che sta a metà tra gli strumenti online e i client desktop.
Se devo testare la configurazione di una casella di posta per un cliente, utilizzo un piccolo, portatile e completo programma: JBMail.
Tramite semplici schermate di configurazione è possibile accedere in visualizzazione all’interno della casella.
Ed è proprio questa la comodità di JBMail: non scarica niente ma è come se si aprisse una finestra sul proprio account.
Spesso lo uso per cancellare quella posta indesiderata che oltrepassa i filtri antispam.
La mancanza di “fronzoli” tipica dei client sopra citati, permette a JBMail di essere molto veloce. Inoltre HTML e script all’interno delle email non sono supportati quindi ci sono minori rischi per la sicurezza.
Gli allegati sono decodificati solo su richiesta.
Nella maggior parte dei casi basta inserire i dati nella prima schermata (quella dell’immagine in testa a questo post), tuttavia sono presenti anche le opzioni avanzate necessarie nel caso in cui ci sia bisogno di autenticazione dell’utente o ci si debba connettere tramite protocolli diversi dal normale.
JBMail, nella sua versione gratuita, salva solo la configurazione di un account.

Link: JBMail

Database Access: visualizzare e modificare mdb senza Microsoft Access

Pubblicato da

mdb-viewer-plus-01

I database Access fanno un po’ parte del mio passato di programmatore quando scrivevo codice in Classic ASP.
Questi database sono ancora inclusi nel pacchetto Microsoft Office e vengono molto utilizzati in ambito aziendale (nel tempo sono stati scritti moltissimi applicativi in VBA per i più svariati fini).
Se ci troviamo di fronte ad un database Access, un file unico con estensione .mdb, possiamo darci un’occhiata all’interno e modificarlo con uno strumento potente, pratico e semplice come MDB Viewer Plus.

Tramite questo tool, che non ha bisogno di installazione, possiamo effettuare operazioni di lettura, modifica e cancellazione dei dati del file mdb.
Inoltre possiamo operare su filtri, campi e tabelle.

Link: MDB Viewer Plus