Category Archives: Prove

Cellulari: le mie impressioni su Sony Xperia P

Pubblicato da

xperia-p-silver-486x489

Dopo un decennio di fedeltà cieca (è proprio il caso di dirlo) a mamma Nokia e a Symbian ho deciso di cambiare.
La mia esperienza con un E7, l’ultimo smartphone Nokia che ho comprato,  non è stata buona.
La qualità dei materiali e, tutto sommato, quella del hardware a disposizione (era comunque un telefono uscito nel 2010) non erano malvagi.
Il problema era Symbian.
S’impuntava, mi ha perso dati dalla rubrica e le applicazioni erano macchinose e limitate.
Anche la parte telefonica non raggiungeva i soliti livelli di eccellenza cui ero abituato con Nokia.
Troppo anche per un fan come me.
Windows Phone non mi convinceva e non mi convince e quindi: addio Nokia.

Non volendo prendere il solito smartphone Samsung (dopo esserci/vi tutti fissati con Apple ci/vi siamo fissati col produttore coreano?) ho fatto una lunga serie di prove grazie anche ad un conoscente in un Vodafone Center.
Ho provato qualche LG (L7 e L9), un HTC One S e il tremendo BlackBerry  9790. Tutti per un motivo o un altro non mi hanno convinto.
Poi ho visto il Sony Xperia P: smartphone dual core su base Android 4.0.4. Ed è diventato il mio telefono.
Non ho nessuna intenzione di scrivere una prova ma solo delle impressioni.
Una prova completa ed esauriente la trovate su Telefonino.net

L’Xperia P è grande il giusto: 4 pollici che continuano a star bene dentro la tasca dei jeans ma che sono grandi abbastanza per leggere email, la rubrica, navigare su internet e gestire l’account Facebook.
Inoltre lo trovo con un design curato ed elegante. Si distingue dalla massa di “soliti” smartphone (al limite si può imputare a Sony che c’è poca caratterizzazione tra un Xperia e un altro).
La qualità dei materiali è eccezionale. Non tratto bene i telefoni. Dopo due mesi di uso intenso, sia lo schermo che il telaio non hanno il ben che minimo graffio.
Lo schermo è il più luminoso che mi sia mai capitato di vedere. Lo uso come torcia quando devo camminare al buio.
La sensibilità al tocco è nella media e il sistema operativo ha accusato qualche (raro) impuntamento ma in genere funziona tutto con ottima fluidità.
Quello che mi piace di questo Sony è che ci sono una serie di applicazioni che altri avrebbero sbandierato ai quattro venti.
La tastiera, ad esempio, può essere usata con il solito software predittivo ma anche in modalità “tipo Swipe” ossia trascinando il dito nei punti della tastiera dove ci sono lettere che ci servono…. e funziona!!
Sul tablet l’avevo usato tramite un’app ma l’avevo disinstallato quasi subito.
Per non parlare dell’applicazione Walkman, comodissima e intuitiva, per l’ascolto della musica.
Ma ce ne sono decine e non è questo lo scopo del post. Sappiate solo che ogni tanto si scopre qualche chicca.
Come telefono, poi, mi ha sorpreso la qualità della conversazione e la buona ricezione.
In più costa il giusto e non penso che diventerà obsoleto in poco tempo.

Tutto perfetto? Che non sia mai detto.
L’unica pecca, a dire il vero abbastanza seccante, è la batteria.
Con un uso intenso non arrivo a mezza giornata! Con un uso normale si arriva tranquillamente a fine giornata.
Contando che il telefono si può caricare anche attraverso USB il problema si attenua parecchio.
Mentre lavoro lo ricarico o vicino al pc o dalla rete.

Tranne per questo neo, in conclusione, mi ritrovo ad essere di nuovo soddisfatto di un telefono moderno, elegante e di qualità.
Esattamente come mi capitava di esserlo con i vecchi terminali Nokia.

Link: Sony Xperia P

WebSite X5 Smart 9 gratuito per i lettori del blog

Pubblicato da

Due settimane fa ho scritto un post sul come ottenere una copia gratuita di WebSite Smart (versione 8).
Il post ha suscitato l’interesse di Incomedia che mi ha offerto la possibilità di fornire ai lettori del blog,  fino alla fine del mese, una licenza gratuita della versione 9 (l’ultima) di WebSite X5 Smart.

Ricordo che questo è un programma che, in creazione guidata, permette di realizzare semplici ma gradevoli siti web.
La versione Smart è limitata a piccoli siti con massimo 25 pagine, due livelli e la possibilità di scegliere tra 250 modelli preimpostati.
Per fare un raffronto, la versione top denominata Evolution permette, tra le altre cose, di avere 10000 pagine, infiniti livelli e scegliere tra 1500 modelli oltre la possibilità di creare il modello da zero.
E’ chiaro che chi ha maggiori esigenze si deve rivolgere a questa versione del prodotto.

Per ottenere la chiave per la licenza gratuita (il cui valore è di 9,95 euro) e installare il software bisogna fare come segue:

  1. Scaricare il setup di WebSite X5 Smart 9: www.websitex5.com/download/v9/wsx5_sm.exe
  2. Accedere (necessario un account Incomedia) alla pagina da dove si può prelevare il link: www.websitex5.com/magazine/gandrus11
  3. Copiare il codice licenza e poi procedere con l’installazione del software
  4. Al termine dell’installazione verrà richiesta la chiave di licenza con l’indirizzo email utilizzato dall’account Incomedia

Vediamo come funziona la creazione guidata di WebSite X5 Smart.

1 – All’inizio viene chiesto di nominare il nuovo progetto o di aprirne uno già esistente

2 – Da qui si passa alle impostazioni generali del sito che serviranno per i meta tag

3 – Poi c’è la scelta del modello da utilizzare (con un’opzione tra menù orizzontale e verticale)

4 – Il modello può essere modificato nella schermata successiva cambiando intestazione e/o il piè di pagina

5- Il passo successivo è la creazione della mappa logica del sito con i due livelli e pagine relative (la versione Ultimate permette infiniti livelli)

6 – Una volta creata la struttura si passa alle pagine in sé indicate nella mappa.
Ogni pagina la si può immaginare come una griglia in cui inserire testo, contenuti multimediali e immagini. Molto semplice e intuitivo.

7 – Le impostazioni avanzate servono per definire la tipologia di menù e degli stili

8 – Infine stesso all’interno del programma c’è la possbilità di pubblicare il tutto via FTP su un server remoto oppure di masterizzare su un cd.

Un rigraziamento ad Incomedia per avermi offerto la possibilità di accedere a questa promozione che spero interesserà i lettori del blog.

Link: Incomedia

Programmi gratis per la fatturazione dei professionisti

Pubblicato da

Esistono molti buoni software di fatturazione per professionisti.
Spesso sono software la cui licenza è a pagamento ma che si rivelano strumenti molto completi e adattabili alle più diverse esigenze contabili.
Inoltre sono programmi sempre aggiornati rispetto alle nuove normative e con un help desk sempre disponibile.

Ma se volessimo qualcosa di molto semplice ma allo stesso tempo gratuito?
Ovviamente non dobbiamo aspettarci niente di particolarmente avanzato.
Cerchiamo quindi solo un programma che ci aiuti nella produzione delle fatture, nell’anagrafica dei clienti e magari anche nelle scadenze?

Ecco una lista di quello che attualmente si trova in rete e che soddisfa questo set minimo di richieste

  • KS Fattura Lite
    Creazione fattura, fattura pro-forma, preventivo, nota di credito
    Conversione diretta da preventivo in fattura
    Configurazione delle percentuali (IVA, rivalsa, cassa previdenziale, ritenuta d’acconto)
    Inserimento spese anticipate
    Inserimento articoli/servizi esenti IVA
  • Semplice
    Gestione Offerte, Ordini, DDT, Fatture
    Calcolo IVA mensile o trimestrale
    Esportazione in PDF di tutti i documenti
    Esportazione in Excel delle anagrafiche
    Gestione Listini
    Gestione Articoli e Magazzino con carico e scarico automatico dai documenti
    Gestione agenti e provvigioni
    Report statistici per fatturati, ordinato, magazzino
    Ricerca rapida in tutte le sezioni grazie alla sua interfaccia semplice e funzionale
    Calcolo IVA acquisti e vendite in automatico
    Scadenziario clienti e fornitori in automatico da registrazione documenti
    Importazione documenti in automatico (offerte/ordini/ddt/fatture)
    Rintracciabilità Lotti
    Gestione Distinta Base
    Fine validità Anagrafica Clienti
    Fuori Produzione Anagrafica Articoli
    Stampa Etichette (in automatico da carico magazzino)
    Gestione bar code, codice equivalente
    Ubicazione Articolo
    Backup immediato e semplice tramite SQL Server
    Installazione in rete
    Aggiornamento automatico via internet
  • Easy Bills
    Gestione fatture
    Creazione anagrafica clienti
    Comunicazione via email
    Note fatture
    Note cliente
    Aggiornamento automatico
    Grafica user friendly
  • Edepol
    Gestire ed archiviare i propri clienti
    Gestire ed archiviare i propri fornitori
    Gestire ed archiviare le proprie fatture
    Gestire il carico, lo scarico ed il reso della merce del proprio magazzino
    Stampare etichette con codice a barre
    Definire ed organizzare servizi per i clienti
    Gestire ed archiviare le proprie scadenze
    Vedere dettagliate statistiche riguardanti la vostra attività
    Creare facilmente copie di sicurezza dei propri dati
    Gestire il database da più postazioni
  • Mondo Abaco Fatturazione
    questo programma permette di gestire anagrafiche di clienti, articoli e modificare parametri e tabelle come pagamenti, casistiche Iva, causali, vettori, porto, aspetto esteriore dei beni e così via.
    E inoltre:
    fatture automatica da ddt;
    listini multipli;
    fatture agenti con indicazione enasarco e ritenuta d’acconto;
    export dei documenti in pdf, Excel o Calc di OpenOffice;
    invio dei documenti via email tramite il client di posta predefinito
    preparazione file dati contabili da inviare al commercialista
  • EuroFatt
    Gestione anagrafica articoli
    Gestione anagrafica clienti e fornitori
    Gestione dei seguenti documenti
    Preventivo
    Documento di trasporto (DDT)
    Fattura immediata
    Fattura differita
    Nota credito
    Parcella
    Ricevuta fiscale
    Ordine a fornitore
    Gestione di vari tipi di pagamento
    Gestione di varie aliquote IVA
    Gestione di varie unità di misura
    Gestione di varie tabelle in supporto al programma
    Possibilità di inviare via email tutti i documenti
    Possibilità di modificare i report stampabili, personalizzando i documenti per adattarli a moduli prestampati
    Possibilità di caricare nell’archivio del programma dati da fonti esterne (excel, ecc.)
    Possibilità di salvare tutte le stampe in formato PDF
  • MicroFatture
    Si tratta di un semplice programma per la compilazione e l’archiviazione di fatture commerciali.
    Il programma consente di definire una anagrafica clienti e un listino articoli/prestazioni, entrambi richiamabili durante la creazione di una fattura.
    Le fatture create possono essere richiamate in un secondo tempo per consultazione o modifica.

Dopo aver dato uno sguardo a tutti questi programmi ho ritenuto MicroFatture il più adatto alle mie esigenze e il più pratico nell’utilizzo.
E’ chiaro che questa valutazione può cambiare al cambiare delle esigenze professionali.

Confronto tra una Secure Digital Transcend di fascia economica e una di classe 10

Pubblicato da

Ero curioso di capire quanto incidesse comprare una memoria Secure Digital di qualità nell’utilizzo di una macchina fotografica digitale.
L’occasione mi si è presentata potendo confrontare due SD Transcend: una di tipo economico da 2GB (scheda) e una marchiata “classe 10” da 8GB (scheda).
Per un ripasso sulle varie classi di velocità delle SD si faccia riferimento a questa scheda.

Per confrontare le prestazioni ho utilizzato il software Disk Bench di Nodesoft.
Un programma che ha le grandi qualità di non dover essere installato e di essere estremamente semplice da usare (necessita di Framework .NET 4.0.30319 scaricabile da qui).

Ecco i risultati

Copia di un file PDF di 419 KB

  • SD economica  Time: 476 ms   Transfer Rate: 0,859 MB/s
  • SD classe 10 Time: 486 ms   Transfer Rate: 0,842 MB/s

Copia di un file JPG di 3,3 MB

  • SD economica Time: 1201 ms  Transfer Rate: 2,751 MB/s
  • SD classe 10   Time: 1075 ms  Transfer Rate: 3,073 MB/s

Copia di cartella di file di 183MB

  • SD economica Time: 44423 ms  Transfer Rate: 4,152 MB/s
  • SD classe 10 Time: 20941 ms  Transfer Rate: 8,807 MB/s

Creazione file di 3 MB

  • SD economica Time: 6591 ms  Transfer Rate: 0,498 MB/s
  • SD classe 10 Time: 9802 ms  Transfer Rate: 0,335 MB/s

Lettura file di 2,5 MB

  • SD economica   Time: 216 ms  Transfer Rate: 11,233 MB/s
  • SD classe 10   Time: 130 ms  Transfer Rate: 18,665 MB/s

Conclusioni.
Anche la SD di fascia bassa ha delle prestazioni più che dignitose. Il divario con la “classe 10” diventa evidente all’aumentare delle dimensioni dei file da trasportare.
In lettura, invece, non c’è mai confronto. La “classe 10” è velocissima rendendo lo scaricamento di molte foto in alta definizione una passeggiata.

Per finire, i prezzi.
Su Pixmania.it la SD economica da 2GB costa 5 euro (quella da 8GB non è facile trovarla)
Su Amazon.it la SD Transcend “classe 10” da 8GB costa 10,26 euro

Per chi vuole utilizzare con efficacia una macchina fotografica digitale, il mio consiglio è quello di optare immediatamente per le memorie di classe superiore.

Link: Secure Digital Transcend

Desktop (all-in-one) di qualità: Acer Aspire Z5600

Pubblicato da

Come computer da lavoro, sia desktop che portatili, ho sempre avuto dei Dell. Mi hanno sempre dato quella tranquillità che i pc delle altre marche non riuscivano a darmi.
E’ molto importante per chi lavora quotidianamente col computer sapere di avere una macchina assemblata con componenti di qualità e, soprattutto, affidabile.
Nel tempo, però, anche altre marche hanno aumentato il loro livello di affidabilità. Le più grandi marche come ASUS, Acer, HP ecc. hanno creato serie di modelli adatti alle diverse esigenze: prestazioni, costo, affidabilità, fattore di forma.
Per chi come me lavora in uno studio dove lo spazio è prezioso ma c’è l’esigenza di un computer affidabile, con schermo grande e discreta potenza di calcolo la soluzione all-in-one è l’ideale.
Un computer all-in-one è dotato un ampio display il cui chassis contiene anche scheda madre, componenti e periferiche. Normalmente la tastiera ed il mouse sono wireless per ridurre ancora ulteriormente gli ingombri.
Dopo tanto tempo, quindi, non mi sono rivolto più a Dell, che solo recentemente ha immesso sul mercato modelli all-in-one, ed ho acquistato un Acer Aspire Z5600.

Essendone declinate diverse versioni, ho preferito quella con processore Intel Core2 Quad con CPU a 2.33GHz e 4 GB di RAM.
Una macchina equilibrata ma potente. Votata più alla produttività che alla rincorsa della grafica più sofisticata.
Il plus dello schermo touch (il pc può essere utilizzato anche senza tastiera) non l’ho sfruttato a fondo ma l’ho apprezzato quelle poche volte che è servito.
Il display è chiaro e ben definito ed è della grandezza giusta per avere almeno due pagine del browser aperte senza per questo essere ingombrante.
Il fatto di non avere tower e fili per i piedi, poi, non ha prezzo.
L’unico dubbio riguardava l’affidabilità del nuovo pacchetto perchè fino ad allora avevo solo preso dei display di marca Acer senza rimanerne mai particolarmente soddisfatto.

Dopo 14 mesi di uso quotidiano e intensivo non posso che fare i complimenti ad Acer per aver prodotto un computer di buona qualità generale, affidabile, esteticamente gradevole (tralasciamo i led accendibili nei piedini e sul fondo della cornice che fanno molto “incontri ravvicinati del terzo tipo”), silenzioso e completo nella dotazione.

Il modello del link qui su Amazon.it differisce da quello che utilizzo io in quanto ha 500 MB di capienza hard disk in più, processore a 2.93Ghz, scheda grafica più potente.. e, buon ultimo, costa 100 euro in meno.
Che dire? Accattatavillo!

Link: Acer PC ASPIRE Z5600

Tablet low cost e alto rendimento: Samsung Galaxy Tab 7

Pubblicato da

Inizio con questo una serie di post in cui vorrei condividere le mie esperienze con i prodottti elettronici che utilizzo con maggiore frequenza.
Dico chiaramente che i link agli oggetti sono oggetto della mia recente affiliazione con Amazon.it.
Ritengo questa azienda e-commerce seria, ben strutturata ed organizzata. I prezzi sono tra i più convenienti del web.
Veniamo alla recensione.

Non mi soffermerò sulle caratteristiche tecniche del Samsung Galaxy Tab 7 in quanto ormai ampiamente dettagliate su altri siti.
Vorrei focalizzare l’attenzione sul fatto che questo tablet, non essendo più una novità per il mercato, viene adesso offerto ad un prezzo molto conveniente.
Chi non segue le mode del momento e non rincorre l’ultima novità, ha l’occasione di prendere un tablet di ottima qualità che fa ancora egregiamente il suo lavoro.

Qualità dei materiali: dopo 8 mesi di uso intensivo del Samsung Galaxy Tab 7 il dispositivo sembra nuovo. Nessun graffio del vetro o della cover posteriore. Gli sportellini della SIM e della memoria, seppur ripetutamente aperti e chiusi, sono integri e funzionali. L’attacco del connettore per l’alimentazione e collegamento al pc sono perfetti. La presa per gli auricolari, in verità, l’ho utilizzata pochissimo. L’unica seccatura avuta riguarda la semplicità con cui il vetro si riempie di antiestetiche ditate. Ho letto che altri dispositivi Samsung dispongono di schermi grasso-repellenti.

Esperienza d’uso: ho avuto modo di confrontare il Samsung Galaxy Tab 7 con l’iPad (prima serie) e devo dire che non soffre per niente di complessi di inferiorità. L’iPad aveva dalla sua una (leggermente) maggiore fluidità di funzionamento e intuitività ma, a parità di dotazione, il costo del tablet Apple mi è sempre sembrato spropositato.
L’Android 2.2 caricato sul Galaxy è un sistema operativo robusto e sufficientemente intuitivo (mia moglie si è avvicinata a internet grazie a questo… e ho detto tutto). L’integrazione con il mondo Google poi fa il resto. Avere Gmail, Google Maps, Google Docs è sicuramente un valore aggiunto. Per i profani di queste sigle: in pratica si ha posta elettronica, mappe e navigazione satellitare, documenti da ufficio sempre con sé.
Infine una citazione per il famoso “fattore di forma”. I 7″ pollici del Samsung Galaxy Tab sono l’ideale per essere trasportati con facilità. La lettura delle pagine web e dei documenti non è troppo penalizzata e il tablet entra in qualsiasi tascone di giubbino o borsello. Esattamente ciò che si chiede ad un dispositivo portatile.

Prezzo: quando uscì, il Samsung Galaxy Tab 7 costava poco meno di 700 euro. Ovviamente lo lasciai nelle vetrine. Lo comprai quando, dopo Natale, il prezzo iniziò a crollare. Acquistato a circa 400 euro, adesso si trova anche a meno e rappresenta un buon acquisto per tutti i motivi citati in questo post.

Link: Samsung Gt-P1010 Galaxy Tab 7″

E-commerce: test su Photocity.it

Pubblicato da

I servizi online di stampa digitale sono stati la naturale conseguenza della diffusione capillare delle macchine fotografiche digitali.
Il mercato è ancora molto in espansione e un po’ tutti si sono buttati, dai grandi provider come Tiscali o Aruba, ai megastore online come MediaWorld agli specializzati come Photocity.it oggetto del test.
Il sito di Photocity.it è ricchissimo di informazioni.
In evidenza ci sono sempre le costanti promozioni sui particolari articoli disponibili.
I tipi e formati di stampa, i modelli di fotolibri e i gadget sono così numerosi che ad una prima occhiata possono confondere.
Il mio consiglio è di avere bene in mente come si vuole stampare le proprie foto e magari di approfittare di una promozione.
La carte usate per la stampa sono Fujicolor Crystal Archive Pro Type PIII e Kodak Royal Digital Paper.
Per gestire gli ordini c’è il completissimo software Halto 3.5

La mia esperienza

Premetto che la mia prima esperienza è stata con Halto nella versione 3.
Questo, sia su una macchina con Windows Vista che su un’altra macchina con Windows  7, dava continui problemi di stabilità.
Nello specifico, cercavo di creare un fotoalbum ma ogni volta che provavo a creare un cd da spedire a Photocity (opzione possibile al posto dell’invio online), l’applicazione crashava.
Inoltre i salvataggi di tutte le impostazioni venivano persi ad ogni riapertura del programma.
Per qualche mese ho accantonato Halto e Photocity.
Poi c’è stato un aggiornamento del software e tutto ha cominciato a funzionare a dovere.

Ho ordinato i fotolibri in data 27/02 e dopo un paio di settimane li ho contattati per sapere a che punto era l’ordine.
Mi hanno risposto che i fotolibri erano stati prodotti ma che non avevano superato il controllo di qualità e quindi erano stati rimessi in coda di lavorazione.
Non avendo particolare fretta ho fatto trascorrere altre due settimane.
Al mio successivo contatto, mi è stata data la stessa risposta: i fotolibri non avevano passato il controllo di qualità ed erano stati riaccodati.
Spediti il 12/04 mi sono arrivati il 14/04.
L’imballaggio in cui erano stati inseriti era veramente ottimo.
All’interno del robusto scatolo di cartone e protetti da cuscinetti di plastica gonfia, i fotolibri erano in sacchetti di tela con gli angoli protetti da gommapiuma.
I fotolibri sono stati stampati con mirabile qualità e fedele riproduzione di colori. Le grafiche e i fotoritocchi perfettamente rispettati.
La carta utilizzata è spettacolare e di grande effetto.

Conclusioni: ho letto sul forum di Photocity.it che molti si sono lamentati della lentezza nell’invio delle stampe. Anche io posso dire che un mese e mezzo sono un bel po’ di tempo per una consegna.
Tuttavia il prodotto finale è eccellente e forse vale la pena aspettare per qualcosa che servirà a serbare per molto tempo i nostri ricordi.
Sembra anche che i problemi col  software Halto siano stati risolti.

Link: Photocity.it

Contatore traffico dati Vodafone

Pubblicato da

Sto facendo l’ennesimo tentativo con Vodafone per vedere se è migliorato l’accesso a internet tramite rete cellulare.
Nel vecchio modem Huawei E270 ho messo una SIM nuova con piano ricaricabile SEMPRE SMART.
Il piano prevede un costo di 9 euro al mese a fronte di un 1 GB di traffico in HSPA.

Devo effettuare test durante tutto l’arco della giornata e contemporaneamente tenere sotto controllo il consumo della quota.
Sono disponibili sul sito Vodafone dei widget che si installano su pc (richiedono Adobe AIR) e forniscono informazioni sul proprio conto Vodafone  e sulle quote residue di traffico rimanenti.
Richiedono però la registrazione sul sito di Vodafone (ovviamente non posso utilizzare il mio account Business). Cosa non facilissima se si sta usando una SIM dedicata ai dati.
Comunque, ho messo la SIM in un telefono per ricevere l’SMS utile alla registrazione ma non mi è mai arrivato niente e niente è valso cliccare un link che avrebbe dovuto reinviare l’SMS.
Soliti principi di mal di testa da operatore rosso…

Nei meandri del sito Vodafone, perchè di un vero e proprio labirinto si parla, ho trovato un link ad una pagina che riconosce il numero della SIM con cui si sta navigando e immediatamente mi mostra il traffico consumato e quello residuo.

PS. Prime impressioni. La connessione stava andando bene. Ho navigato e lavorato bene per circa due ore e poi, verso le 19, è crollato tutto. Non c’era stata variazione di potenza del segnale e il modem segnalava ancora la disponibilità della connessione HSPA.

Link: Contatore traffico dati Vodafone

E-commerce: test su SwimmerShop

Pubblicato da

Ormai l’e-commerce si sta diffondendo in ogni settore anche in Italia e, di conseguenza, si stanno creando nicchie di mercato dove possono inserirsi negozi alternativi ai grandi competitors (è recente l’arrivo del colosso Amazon.it).
SwimmerShop è un negozio specializzato per l’allenamento in acqua.
La grafica è semplice e immediata anche se un po’ “old style”, con l’elenco delle categorie degli articoli sempre presenti sulla sinistra e replicato con icone in home, dove sono presenti anche le ultime novità.
La parti non dedicate all’e-commerce riguardano un blog (abbastanza aggiornato e ricco di consigli e informazioni sul nuoto), un forum (poco frequentato e, al momento della stesura di questo articolo, vittima di uno spammer) e alcune sezioni dedicate ad allenamenti, tecnica ed alimentazione.

Lo shop non è ricchissimo di prodotti e alcuni di questi non risultano disponibili (tutta la sezione libri, per esempio, al momento). Si capisce che molto ruota su alcune tipologie di prodotti come costumi e accessori per l’allenamento.
Ordino un cronografo.
Non essendo un utente registrato la procedura avviene durante l’acquisto. Tutto molto semplice, veloce e senza intoppi.
Procedo con il pagamento. Volendo  pagare con PayPal mi viene addebitato un ulteriore 3,95%. Gli altri metodi sono (dal sito)

  • Contrassegno: ,il pagamento avviene al momento della consegna della merce mediante contante o assegno circolare non trasferibile.
    L’importo viene maggiorato di € 5 quale diritto fisso di contrassegno.
  • Bonifico bancario anticipato: contestualmente all’e-mail automatica di conferma dell’ordine vengono inviati gli estremi per il bonifico bancario da effettuarsi prima della spedizione della merce. Per velocizzare i tempi ti consigliamo di inviare copia dell’operazione a mezzo fax al num. 0585793590
  • PostaGiro: simile al bonifico bancario, ma avviene tra due conti postali, non ha bisogno di giorni di attesa per la verifica dell’avvenuto pagamento poichè è un trasferimento di fondi immediato, pertanto verificabile all’istante.
  • Ricarica PostePay : Data la comodità di questo strumento, lo riteniamo un valido mezzo di pagamento, veloce e sicuro ed immediatamente verificabile.
    Puo essere effettuata da un qualsiasi ufficio postale, basta chiedere di voler effettuare una ricarica postepay, ed ha un costo di 1€. (costo di ricarica preteso dalle poste). Può essere effettuata anche da uno dei tanti tabacchini convenzionati. (al costo di 2€.) Tutti i dati per la ricarica verranno inviati nell’email di conferma dell’ordine.
  • Vaglia Postale : è possibile, recandosi alle poste, effettuare un vaglia, a nostro favore, dell’importo dovuto, non appena lo riceveremo, via posta, faremo partire la merce. Questo metodo è sensibilmente più lento e costoso, le commissioni postali sono di €. 6,00 se emesso da sportello e €. 2,5 se fatto attraverso BancoPosta On-line.
  • PayPal: oggi è uno dei metodi di pagamento tra i più usati, sia dagli utenti e-bay che non, semplice veloce e sicuro, ti da la possibilità di pagare con carta di credito o attraverso il tuo conto PayPal, e garantisce un ottimo livello di sicurezza. NON è necessario essere utenti paypal per utilizzarlo. L’utilizzo di questo metodo prevede un costo aggiuntivo pari al 3,95% del totale da pagare, a titolo di spese di gestione, e visualizzato sulla pagina di pagamento PayPal con la voce “Imposta sulle vendite”.
  • Carta di Credito, è possibile utilizzare la carta di credito per tutti gli acquisti effettuati sul nostro sito, è il metodo più sicuro e veloce, attraverso la connessione sicura il pagamento viene gestito direttamente dalla banca che protegge i vostri dati personali (circuiti Visa, Mastercard, Diners, American Express, JCB) se la transazione va a buon fine, l’ordine viene evaso immediatamente.

Con i margini risicati di risparmio rispetto ai negozi fisici, il costo della spedizione e l’aggravio di PayPal il mio acquisto risulta meno conveniente.
La spedizione dell’articolo avviene tramite il corriere Executive che adesso si chiama GLS.
Purtroppo anche con questo vettore non mi sono trovato bene. Se con Bartolini, alla fine di molte tribolazioni, avevo trovato una tecnica per evitare disguidi e farmi consegnare la merce in tempi normali, con GLS ho dovuto ricominciare tutto daccapo. L’articolo l’ho ritirato da un loro cliente abituale perchè o non trovavano la strada (e posso capirlo) o non si presentavano agli appuntamenti in zone concordate (e questo mi ha fatto imbestialire).
Mi piacerebbe che tutti i negozi e-commerce potessero dare possibilità di scelta per il corriere.

L’articolo è arrivato in buone condizioni in una busta protetta da pluriball. All’interno non era presente la fattura (AGGIORNAMENTO: la fattura mi è stata inviata tramite posta elettronica circa 20 giorni dopo).

Concludendo ecco i

Pro: semplice, utilizzabile, veloce nell’invio dell’articolo, nuoto-centrico
Contro: aggravio sui pagamenti PayPal,  pagamento con Ricarica PostePay poco ortodosso, spedizioniere GLS

Link: SwimmerShop

My Sky HD e l’informatico contrario a Sky – TIRIAMO LE SOMME

Pubblicato da

Ultimo post dedicato all’iniziativa Sky-Liquida.
Nel primo articolo c’è stato un vero e proprio approccio a Sky. Non avevo mai utilizzato in prima persona la famosa tv satellitare e quelli che sono dei gesti abituali per gli abbonati storici per me erano i primi passi.
Nel secondo articolo ho spiegato un po’ tutto quello che ho scoperto, quello che mi ha colpito e quello (invero poco) che non mi è piaciuto del giocattolo.
In questo terzo post vado per un

TIRIAMO LE SOMME

Il prodotto è ottimo. Comincio col fugare qualsiasi dubbio sul mio giudizio finale.
Non invierò mai un sms per comunicare al decoder di iniziare a registrare un film ma il solo fatto di averne la possibilità è meritevole.
E probabilmente non utilizzerò neanche gli altri servizi avanzati che sono propri di My Sky HD.
Questo per dire che per un tecnoappassionato il prodotto può essere interessante all’inizio ma può anche produrre una rapida assuefazione.
O capirne l’intima inutilità soprattutto se non si è appassionati di televisione.

Dopo più di un mese di visione di film, documentari e partite in HD sarebbe difficile ritornare alla visione “normale”.
Anche una tecno-non-appassionata come mia moglie ha decretato che “adesso guardare la televisione è un piacere”.
Gira e rigira il discorso va a finire sempre lì. Quando finiranno i 6 mesi dell’iniziativa Sky sarò (saremo) disposti a pagare i quasi 50 euro per il pacchetto che stiamo utilizzando adesso?
La risposta è no.

Ce lo possiamo permettere (parlo della mia famiglia), non andremmo in rovina se ci facessimo passare anche questo sfizio, ma ritengo essenziali altri servizi. Internet in primis.
Il discorso sarebbe diverso se si rinunciasse, ad esempio, a qualche pacchetto e prendessimo, che so, cinema + un paio di canali tematici. 29 euro può avvicinarsi ad essere un prezzo giusto.

Un paio di considerazioni finali

  1. Sky deve essere di stimolo per la RAI, per come deve essere una televisione moderna. L’ampliamento dell’offerta con i nuovi canali tematici del digitale terrestre va in questo senso ma si può fare di più e meglio.
    Non mi vengano a parlare di TV gratuita perchè non è così. Tutti i cittadini onesti pagano il canone e si aspettano una televisione che vada verso i contenuti e che non strapaghi inutili divetti del piccolo schermo
  2. Perchè esiste una sola offerta via satellite? Sky sarà anche bella e buona ma in ogni campo il monopolio è sempre qualcosa che puzza di ingiusto. Sceglierei con animo più sereno Sky se ci fosse un diretto concorrente.

Link: My Sky HDMySkyHD.liquida.it