Category Archives: Online service

Fatturazione online per professionisti: io ho scelto FattureInCloud

Pubblicato da

Devo ammettere che uno degli aspetti meno entusiasmanti dell’essere consulente informatico / freelance è quello di doversi amministrare da solo la propria contabilità.
A parte la noia di dover sollecitare i pagamenti, aggiornare le anagrafiche, segnalare al commercialista i clienti che non ti hanno pagato ecc. ecc., c’è proprio  la necessità di avere uno strumento sempre a portata di mano che sia pratico, semplice da utilizzare (ma con tutte le opzioni possibili per renderlo completo) e ben strutturato.

Leggi tutto

Sky Online: problemi Silverlight e altro

Pubblicato da

Microsoft Silverlight è la tecnologia nata per contrastare il dominio di Adobe Flash nella distribuzione dei contenuti multimediali.
Pur non avendo mai fatto breccia nel cuore né degli utenti né delle aziende, Silverlight lo si ritrova sporadicamente.
Sky Online è il servizio di video streaming online (live e on demand), di proprietà di Sky Italia. I contenuti di Sky Online vengono distribuiti tramite Silverlight.
L’ho scoperto, amaramente, ieri sera avendo acquistato il pacchetto che mi permette di vedere il calcio per un mese.

Leggi tutto

Acquistare online risparmiando con i coupon e le offerte di Piucodicisconto

Pubblicato da

Gli acquisti online aumentano di giorno in giorno, dati alla mano sempre più persone si affidano alla rete per acquistare ogni tipo di prodotto: dall’abbigliamento all’elettronica, dai voli aerei ai libri. I motivi sono tanti, innanzitutto la possibilità di acquistare comodamente online, senza doversi spostare da casa e infilarsi in affollatissimi centri commerciali e poi il notevole risparmio di denaro garantito dalle numerose offerte e promozioni che puntualmente si trovano nei diversi store online.

Leggi tutto

Ricerca voli online: Kayak si migliora ancora

Pubblicato da

utility_kayak

Kayak è secondo me uno dei migliori motori di ricerca per voli.
Ultimamente ho notato che ha aggiunto una nuova caratteristica che lo rende ancora più utile.
Al termine di una ricerca viene visualizzato un grafico col trend del prezzo per quel tipo di volo.
Al di sotto viene anche consigliato se comprare il biglietto per quel prezzo o se aspettare con la speranza che scenda ancora: utilissimo!
si evita così di dover ritornare sul sito e rifare la ricerca oppure farsi mandare quotidianamente la ricerca per quella tratta.

Link: Kayak

Ricerca sulle immagini: due tool sul web

Pubblicato da

TinEye

Tra le enormi ricchezze del web moderno c’è la massa gigantesca di immagini che circola, un pulviscolo caotico di informazioni grafiche senza padrone.
Spesso, ci sono foto che vengono postate in articoli, riprese da blog e poi ripubblicate sui social network. Decontestualizzandosi e usate per altri scopi.
E’ capitato recentemente che foto drammatiche di bambini uccisi in Palestina venissero usate per la propaganda contro l’intervento militare in Afghanistan.
Non è mio intento sindacare sulle questioni ma si trattava di due storie completamente diverse.

Come possiamo ottenere maggiori informazioni dalle immagini?
Propongo due strumenti online.
Ogni foto scattata porta con sé molte informazioni chiamate Exif data . Sono etichette “attaccate” ad ogni foto scattata che indicano ad esempio la data di acquisizione, il dispositivo utilizzato, talvolta la posizione (se il dispositivo supporta la geolocalizzazione), la data di modifica, l’utilizzo o meno del flash e molto altro.
Per poter dare un’occhiata a queste informazioni possiamo usare EXIF Data Viewer .
L’utilizzo è semplicissimo. Basta o uploadare l’immagine o fornirne l’URL se l’immagine si trova in rete.
E’ un tool poco utile per quelle immagini, come ad esempio quelle postate in Facebook, dove gli algoritmi di acquisizione tagliano le informazioni accessorie (anche se probabilmente le conservano da qualche parte assieme all’immagine originale).

Il secondo strumento si può considerare l’opposto di Google Immagini .
TinEye Reverse Image Search permette, fornita un’immagine, di vedere dove questa è comparsa nel web. Spesso si riesce a risalire alla sua pubblicazione originaria.
E’ un tool che non ha la ricchezza di un Google Immagini, quindi le ricerche possono non andare a buon fine, ma spesso è un ottimo punto di partenza per investigazioni online.
Utilizzi classici sono i controlli su immagini coperte da copyright e ricerche sull’origine di una foto.
Ne esite anche una versione plugin per tutti i browser più diffusi.

Link: EXIF Data ViewerTinEye Reverse Image Search

Tenere traccia di chi smette di seguirti su Twitter

Pubblicato da

unfollowersme

Generalmente su Twitter si segue chi ci interessa seguire perchè twitta cose interessanti ma anche chi, pur non conoscendolo, inizia a seguirci.
Succede così: ci arriva in email la notizia che @tizio ha iniziato a seguirci e noi compiamo un’azione che si chiama in gergo “follow back”.
Molti di questi sconosciuti però iniziano a seguirci solo per indurci a entrare tra i loro follower. Appena carpiscono la nostra fiducia, smettono di essere tra i nostri follower.
Il perchè è tanto semplice quanto stupido. Una persona che ha molti follower ma segue pochi account “sembra” più importante di chi ne segue molti.
Dopo i recenti scandaletti di follower acquistati come polli alla fiera di campagna, questo è un altro metodo per assumere un’importanza posticcia.
Spesso poi, a compiere queste operazioni sono veri e propri robot che navigano tra gli account, seguendoli e, dopo aver ottenuto il “follow back”, smettono di seguirli.

Un po’ mi dava fastidio questo modo di fare ma non avevo tempo per capire chi lo attuasse.
Così mi sono iscritto a Unfollowers.me che ogni giorno mi manda in email quelli che hanno smesso di seguirmi ed io a loro volta li cancello.
E’ già capitato che lo stesso utente iniziasse a seguirmi più di una volta nella speranza di un “follow back”. Che tristezza.
Twitter è uno strumento innovativo e agile di informazione e scambio di contenuti. Come ogni bella invenzione, se ne può fare un uso distorto.

Link: Unfollowers.me

Effetti Pop Art sulle foto

Pubblicato da

188135235219_ee6058c6_s

 

La Pop Art è stato un ciclone che ha ribaltato alcuni canoni estetici ma, soprattutto, ha esteso il concetto di arte anche lì dove non si pensava potesse arrivare.
La sostanza era che ognuno di noi può creare qualcosa di artistico e ogni cosa può essere arte.
Andy Warhol è stato uno dei massimi esponenti della Pop Art e ci ha lasciato molti esempi di questo concetto.
Oggi con internet, un computer e le immagini digitali è possibile ricreare le suggestioni di Warhol.
Basta collegarsi a Pop Art Studio (online) inviare le nostre immagini/foto e applicare uno dei filtri preimpostati.
In pochi secondi avremo la nostra immagine convertita in perfetto stile Pop Art. Si può agire su molte impostazioni come i colori utilizzati, larghezza, altezza, trasparenza, saturazione ecc.
Sono supportate immagine BMP, JPG, GIF, PNG, TIFF e PSD (Photoshop)
La versione gratuita aggiunge un watermark alla base dell’immagine.
Per rimuoverlo basta acquistare un codice (0,99 euro per un codice, 1,99 euro per tre, 2,49 euro per cinque).
E’ un’opzione da prendere in considerazione per risultati particolarmente riusciti.

Esiste anche una versione software installabile (ma a pagamento) chiamata Pop Art Studio che offre più opzioni e una maggiore velocità di elaborazione.

Link:  Pop Art Studio (online)

Skype: chiamate gratuite verso linee terrestri e cellulari

Pubblicato da

skype_offer

Un mese di telefonate gratuite tramite Skype Premium con l’offerta natalizia.
Grazie a questa offerta, limitata nel tempo, si possono chiamare linee terrestri e cellulari in molte parti del mondo.
Più precisamente.

Si possono chiamare linee terrestri in:

Argentina, Australia, Austria, Belgium, Chile, Croatia, Czech Republic, Denmark, Estonia, Finland, France, Germany, Greece, Hungary, Ireland, Israel, Italy, Japan, South Korea, Luxembourg, Malaysia, Netherlands, New Zealand, Norway, Poland, Portugal, Russia (Moscow e St. Petersburg soltanto), Slovakia, Spain, Sweden, Switzerland, Taiwan, United Kingdom e Venezuela.

E linee terrestri e mobili in:

Canada, Guam, Hong Kong S.A.R., Puerto Rico, Singapore, Thailand e United State

Sono escluse Cina, Taiwan e Corea del Sud.
Per accedere all’offerta Premium di Skype basta avere o creare un account e fornire il numero di carta di credito cui sarà addebitato un costo simbolico di 1€ (per verifica).

Attenzione: scaduto il periodo di offerta/prova la carta di credito sarà addebitata di 7,99 € ogni mese. Si può recedere entro il 27° giorno dalla sottoscrizione della prova

In ogni caso mi sembra un’ottima offerta per chiamare chi non ha Skype e vive lontano (e non si vogliono pagare gli enormi costi della telefonia tradizionale) .
Curiosamente nella pagina italiana di Skype non ho trovato l’offerta che invece è descritta nella pagina in inglese.

Link: from Skype with love