Prove: LG G2, il top di gamma che non ti aspetti

Anno nuovo, smartphone nuovo.
Approfittando di un’offerta Vodafone ho deciso di abbandonare (in realtà l’ho regalato a mia moglie) il buon Sony Xperia P per il nuovo top di gamma di casa LG, il G2.
Le caratteristiche le potete leggere in tanti siti specializzati o sul sito ufficiale. Posso solo aggiungere che attualmente come processore, RAM e dotazione siamo ai massimi livelli.
Quello che cercherò di descrivere su questo blog è l’esperienza utente di una persona certamente appassionata di tecnologia (altrimenti non sarei un consulente informatico) ma non definibile un super-smanettone.

Innanzitutto: perchè LG e non Samsung, HTC o Sony?
Il motivo è semplice. Tra quelli offerti da Vodafone come top di gamma c’erano:  LG G2, Samsung S4, Nokia Lumia 925, Blackberry Z30 e l’immancabile iPhone 5.
Volendo un Android la scelta era tra l’S4 e il G2.
Lo smartphone LG mi ha colpito per l’originalità della collocazione dei pulsanti di accensione/spegnimento e volume ma soprattutto per le prestazioni promesse dalla batteria da 3000 mAh.
Mi sono sempre chiesto: che senso ha avere un telefono che fa tutto e di più se la batteria non riesce a coprire una giornata lavorativa?
Con LG G2 ho un telefono dal grande schermo (IPS full HD da 5,2″), fluido e veloce in qualsiasi situazione, che si sente discretamente ma che mi porta a casa la sera con ancora metà batteria a disposizione.

Le chicche:

  • la possibilità di rispondere alla chiamata semplicemente avvicinando il telefono alla guancia
  • poter spostare le icone sulle schermate iniziali tenendole premute e inclinando a destra e sinistra il telefono
  • la fotocamera da 13MP con stabilizzatore ottico, veramente veloce e dai colori naturali
  • funzione “Toc Toc” per attivare/disattivare lo schermo (non sempre funziona al primo tentativo)
  • una gestione della rubrica che mi fa trovare istantaneamente qualsiasi contatto
  • la durata della batteria
  • elegantissima cover di Piquadro in regalo (fino al 16 febbraio 2014)

Quello che va “meno bene” (non posso dire che siano vere e proprie debolezze):

  • l’audio della capsula auricolare e leggermente romboso (i Nokia che ho avuto rimangono ancora inarrivabili)
  • come detto tra “le chicche”, la funzione Toc Toc non sempre risveglia il telefono dallo stand-by al primo tentativo
  • il costo. Se lo avessi preso in un negozio, sarebbe costato tra i 450 e i 550 euro. In questo periodo di crisi è una spesa accettabile?

Qualche link che mi ha aiutato nella scelta

Qualche link per aiutare a risolvere i piccoli problemi segnalati dagli utilizzatori

PS: un’ultima cosa. Perchè nel titolo ho scritto che non me l’aspettavo? Perchè, sinceramente, ero sicuro che LG non avrebbe mai colmato il gap con Samsung sui top di gamma. Mi sono ricreduto.

Sergio Gandrus

Da marzo 2018 lavoro come Technical Manager presso PayClick
Programmo in ambiente LAMP e Angular 6.
Realizzo app mobile con Ionic Framework.
Sono papà e marito. Nel (poco) tempo libero mi piace leggere, il buon vino e viaggiare.

Ah, questo blog ha cambiato uso