Internet via satellite: le mie impressioni su Tooway

open-sky-logo

AGGIORNAMENTO: qui una sezione dedicata a Tooway 2
AGGIORNAMENTO
: OpenSky sta commercializzando la nuova offerta Tooway 2. Qui le prime notizie

A causa di un digitale divide incolmabile (la centralina cui mi dovrei appoggiare non supporta linee ADSL e Telecom Italia non ha nessuna intenzione di fare i lavori) da quando vivo in periferia, ho cercato soluzioni alternative alla banda larga tramite doppino telefonico.
Dopo due anni con l’Internet Box di Vodafone posso tranquillamente affermare che la tecnologia che porta la banda larga attraverso HSPA è un ripiego di emergenza ma non può costituire il principale metodo di connessione a internet.
Chi ha letto altri miei articoli saprà dei frequenti stop, del segnale debole un po’ ovunque in Italia (tranne che al centro delle grandi città ma lì a che serve?), delle difficoltà della risoluzione dei domini, ecc.
Di miglioramenti ce ne sono stati nel tempo come l’aumento della velocità in download e upload (quando la connessione fuinzonava) e come la conversione della mia tariffa a flat. Ma non sono bastati a fare di questo tipo di connessione un potente strumento di lavoro, come mi sarebbe servito.

A luglio sono passato all’offerta di OpenSky – Tooway. I costi iniziali di attrezzatura, il principale limite fino ad oggi degli impianti satellitari, sono stati abbattuti da un’offerta molto conveniente.
Invece dei 300 euro richiesti, era possibile avere l’impianto (parabola e modem), con 99 euro. L’installazione non era compresa ed è consistito in 120 euro + IVA e un intervento di un paio di orette da parte di due tecnici.
Come tipo di abbonamento all’inizio ho optato per il Bronze, in offerta per i primi 4 mesi  a 29,90 + IVA.
Per tutti i tipi di abbonamento la velocità massima di download è indicata in 3,6 Mbps e 512 Kbps in upload.
La differenza tra gli abbonamenti è nella quantità di GB scambiabili.

  • Bronze: 4GB mensili
  • Silver: 6GB mensili
  • Gold: 12GB mensili

Il meccanismo che regola questi limiti si chiama FAP (Fair Access Policy).
In realtà 4GB dell’abbonamento Bronze non sono 4GB come siamo abituati a intendere. I dati in download valgono meno (o,5 x MB) dei dati in upload (1,5 x MB), il tutto calcolato in una finestra di 28 giorni.
Per intenderci dobbiamo immaginare un vaso che viene riempito dalla nostra navigazione e che ha un foro alla base per cui si svuota quando non navighiamo (o consumiamo poca banda).
Indubbiamente è un meccanismo un po’ cervellotico ma la cosa di cui ci si rende subito conto è che i 4GB (i limiti sono sempre controllabili da un pannello di controllo sul sito di Open-Sky) su base mensile sono pochissimi. Specie per chi, come me, con internet ci lavora.
Al di fuori di questa soglia Open-Sky afferma di assicurare la funzionalità della connessione ma non il massimo delle performance (i 3,6 Mega).
Di fatto ho potuto appurare che, al di fuori della soglia, la connessione diventa inutilizzabile.

Dopo un paio di mesi ho fatto richiesta di upgrade all’abbonamento Silver (6GB  mensili): 44,9 euro + IVA per i primi 4 mesi, che poi diventeranno 53,90 euro + IVA.
Ho imparato a precludermi parecchie funzionalità di internet (video di YouTube, le prove di software troppo pesanti da scaricare ecc.) ma riesco a lavorare.

Paradossalmente, nonostante questi evidenti limiti, la navigazione con Tooway è piacevole. Non ci sono problemi di risoluzione degli indirizzi e anche i dati inviati in modalità POST arrivano puntualmente. Non siamo di fronte a un mostro di velocità ma il tutto è assimilabile all’esperienza con le prime ADSL. Dobbiamo pensare anche all’impressionante viaggio che fanno i dati: client->modem->parabola->satellite->hub di Tooway->backbone e viceversa.
Il timore di interruzione del servizio dovuto al maltempo è stato fugato da questi primi grandi temporali autunnali che hanno colpito il Sud Italia. Anche sotto cielo coperto e pioggia battente ho continuato a lavorare in tranquillità.

In sintesi:

Pro: indipendenza da linee telefoniche, qualità della navigazione
Contro: rapporto costo/GB sfavorevole, mancanza di un’offerta flat, FAP limitante

Link: Open-Sky Tooway

Sergio Gandrus

Da marzo 2018 lavoro come Technical Manager presso PayClick
Programmo in ambiente LAMP e Angular 5.
Realizzo app mobile con Ionic Framework.
Sono papà e marito. Nel (poco) tempo libero mi piace leggere, il buon vino e viaggiare.

Latest posts by Sergio Gandrus (see all)