Emendamento ammazza libertà su internet

Che internet abbia bisogno di un controllo è fuori di dubbio. La pedopornografia e i gruppi su Facebook che inneggiano ai mafiosi vanno fermati.

A decidere un’azione del genere devono essere, però, dei magistrati che abbiano individuato un ipotesi di reato, non un governo (per quanto eletto a maggioranza). Il pericolo che si tolgano di mezzo le opposizioni in nome della “prevenzione” è altissimo.
Invece è stato approvato un emendamento che va in quella direzione.
Terrò d’occhio l’argomento con il materiale che riuscirò a trovare in rete.

L’intervista integrale


Link (i contenuti più recenti sono in testa):

Sergio Gandrus

Da marzo 2018 lavoro come Technical Manager presso PayClick
Programmo in ambiente LAMP e Angular 6.
Realizzo app mobile con Ionic Framework.
Sono papà e marito. Nel (poco) tempo libero mi piace leggere, il buon vino e viaggiare.

Ah, questo blog ha cambiato uso